Mondiali di Biathlon, scattano i Mondiali a Oestersund: le parole degli azzurri alla vigilia

Olimpiadi invernali 2018 Gian Mattia D'Alberto/LaPresse

Al via i Mondiali di Oestersund, confermato il quartetto azzurro per la staffetta mista

Temperature rigide hanno accolto i protagonisti dei Mondiali di Oestersund che si apriranno giovedì 7 marzo con la disputa della staffetta mista (ore 16.15, diretta tv Eurosport e diretta straming www.biathlonworld.com). Il termometro viaggia costantemente fra i -15° e i -20°, condizioni che gli atleti hanno trovato recentemente nella trasferta nordamericana.

Il primo appuntamento agonistico della rassegna iridata prevede la staffetta mista, nella quale l’Italia schiera nell’ordine Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Lukas Hofer e Dominik Windisch, medaglia di bronzo in questo format alle Olimpiadi di PyoengChang nel 2018 e terzi quest’anno (anche se schierati in modo diverso) in Coppa del mondo a Pokljuka.

Lisa Vittozzi: “durante le due settimane di pausa ho pensato soprattutto a recuperare le energie mentali e nel raduno preparatorio di Anterselva a mantenere il tiro. A Oestersund le gare saranno quasi tutte nel tardo pomeriggio, ma sono condizioni che spesso troviamo nelle tappe di Coppa del mondo e non ci creano problemi. Si comincia con una gara importante per il nostro team, ci teniamo a fare bene e a portare a casa un buon risultato e ci proveremo come sempre. Mi manca una medaglia individuale e lotterò per raggiungere il podio, ma non voglio fossilizzarmi su quest’obiettivo, partire con il pettorale rosso e giallo nella sprint mi darà ulteriore carica“.

Lukas Hofer: “nella trasferta americana mi è venuta l’influenza a causa del gran freddo, nulla di importante ma ho preferito fare qualche lavoro di intensità per essere brillante sin dall’inizio dei Mondiali. La staffetta mista è l’appuntamento ideale per entrare mentalmente nei Mondiali, sarebbe importante cominciare bene, soprattutto dal punto di vista della fiducia. Febbraio è sempre un mese dove faccio un po’ più fatica rispetto agli altri mesi dell’anno, anche se sono riuscito comunque a rimanere con i migliori. Le possibilità ci sono, devo solo riuscire a fare il mio lavoro e sfruttare le occassioni quando ci saranno. Adesso ho tanta fiducia nei miei mezzi soprattutto perché sono riuscito a trovare un’ottima stabilità dalla stagione scorsa, cosa che conferma il lavoro svolto negli ultimi due anni“.

Dominik Windisch: “rientrato dall’America mi sono ammalato un po’, mi sono concentrato soprattutto sul guarire prima possibile per ricominciare ad allenarmi. Ad Anterselva sono riuscito a sciare bene e respirare nel modo giusto. La staffetta mista è la gara dove abbiamo tante chance, la pressione sarà alta così come la tensione, cercherò di concentrarmi sul mio lavoro, servirà la giornata giusta da parte di tutti. Rimaniamo con i piedi per terra. Se stai bene sugli sci, puoi lottare ogni gara perché alla fine conta il tiro“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Ernesto Branca (27325 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery