Mondiali Biathlon 2019 – L’entusiasmo di Lisa Vittozzi dopo l’argento: “volevo dimostrare a me stessa che potevo farcela”

AFP/LaPresse

Le parole di Lisa Vittozzi dopo lo splendido argento ai Mondiali di biathlon 2019 di Oestersund

Lo zero in piedi e il decimo tempo sugli sci nell’inseguimento erano stati segnali di maturità all’interno di una gara sfortunata. Il pettorale giallo riconquistato, forse, ha fatto il resto, dando a Lisa Vittozzi la carica necessaria per disputare una prestazione meravigliosa nell’individuale a 48 ore di distanza. Per l’azzurra è una giornata indimenticabile: in un solo colpo arrivano la medaglia d’argento, la coppa di specialità e l’allungo nella classifica generale di Coppa del mondo su Dorothea Wierer e, soprattutto, sulle rivali straniere Marte Olsbu Roeiseland e Anastasia Kuzmina.

AFP/LaPresse

“Sapevo che avrei potuto fare bene in questa gara, volevo dimostrare a me stessa che potevo farcela e sono stata concentrata fin dall’inizio. È la mia prima medaglia mondiale in una gara individuale e soprattutto la mia prima coppa di specialità. Sono davvero contenta, è una giornata magnifica, cercherò di tenermi stretto il pettorale giallo e di non farmi scappare la coppa. Finora ho dimostrato di poter stare in alto, ce la metterò tutta. Sicuramente i poligoni della scorsa settimana mi hanno un po’ destabilizzato, ma finora ho avuto sempre percentuali altissime a terra e non mi sono fatta condizionare. Ho cercato di lavorare come so fare e oggi è andata bene”, queste le parole dell’azzurra dopo la gara.

Sono contenta della mia performance e di aver trovato un doppio zero a terra. Peccato per i due errori alla seconda serie, ma bisogna accettarli: l’ultimo era proprio lontano. Sugli sci mi sento molto bene al momento e sono comunque contenta, adesso ci sono ancora tre gare e cercherò di dare il massimo. Sono felice anche per Lisa e per i suoi zero errori, si sa che lei spara molto bene. Buon per l’Italia“, ha aggiunto la collega Wierer.

Diciamo che la mia prova non è stata il massimo. Sugli sci ero bloccata, non riuscivo ad andare più forte. Mi aspettavo un po’ di più perchè ultimamente mi sentivo bene sugli sci. Ho faticato anche al poligono e con tre errori purtroppo non vai da nessuna parte. È stata una stagione un po’ balorda, ogni gara faccio fatica e non è neanche bello gareggiare così. Ma quest’anno è andata com’è andata“, ha concluso Alexia Runggaldier.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Rita Caridi (32881 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015
Contact: Website


FotoGallery