Milano-Sanremo 2019, Nibali svela la strategia Bahrain: “ecco cosa abbiamo in mente”

vincenzo nibali Massimo Paolone/LaPresse

Il corridore della Bahrain Merida ha parlato in conferenza stampa della strategia che il suo team seguirà nel corso della Milano-Sanremo di domani

La Milano-Sanremo 2019 è ormai alle porte, Vincenzo Nibali si prepara a difendere il titolo ottenuto lo scorso anno grazie allo scatto sul Poggio. Non sarà facile piazzare il bis, lo Squalo lo sa nonostante abbia tutte le intenzioni di provarci.

vincenzo nibali

Gian Mattia D’Alberto/LaPresse

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della Classicissima, il corridore della Bahrain-Merida ha svelato gli obiettivi della sua squadra, soffermandosi anche sulla strategia da seguire: “arrivo più o meno con le stesse aspettative dell’anno scorso, la tattica gioca ruolo importante ma sarà fondamentale arrivare con delle buone energie nel finale. La Sanremo è una corsa che richiede prima di tutto esperienza e nel corridore stesso richiede molto fondo, ovviamente un corridore un po’ più maturo ha tutte e due queste cose. Fa sempre piacere vivere questa corsa, per me come per tanti altri. Vincere due volte consecutivamente penso che sia molto difficile, già è difficile riuscirci una. Cipollini ci ha messo qualcosa come 10-12 volte per farcela. Se c’è l’opportunità di attaccare per me è normale provarci sul Poggio o la Cipressa, molto meglio il Poggio. Non abbiamo ancora parlato della tattica. Non so come stia Colbrelli, il nostro velocista di riferimento, e bisognerà vedere anche l’andamento della corsa“.

alejandro valverde

Gian Mattia D’Alberto/LaPresse

Tra gli avversari principali Nibali non ha dimenticato Valverde, elencando poi anche i velocisti: “non si è parlato molto di lui, ma è un corridore che se viene per correre la Milano-Sanremo lo farà nel migliore dei modi. Quest’anno ci sono tanti favoriti come Alaphilippe, Kwiatkowski, Sagan e Viviani che hanno cinque stellette. Io sono uno di quei corridori che si posiziona subito dietro, in caso di sprint finale saremo tutti per Colbrelli, in caso di grandi movimenti prima sicuramente io e Mohoric siamo i corridori più quotati per seguire gli attacchi da lontano. Ho visto il meteo e dovrebbe essere buono, ma questo non cambierà le tattiche di corsa. Con le condizioni avverse posso avere una buona giornata, ma non è sempre così. L’anno in cui fece molto freddo alla Milano-Sanremo, con la neve, fu una giornata durissima“.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...
About Ernesto Branca (27491 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery