Italia, Zaniolo ammette: “avevo previsto il gol di Kean. Mia madre? Sono geloso, le ho dedicato anche un tatuaggio”

Massimo Paolone/LaPresse

Il centrocampista azzurro ha parlato in vista della partita contro il Liechtenstein, soffermandosi anche sul suo rapporto con la madre

Una stagione da ricordare per Nicolò Zaniolo, riuscito a ritagliarsi il suo spazio in pochi mesi nel calcio che conta. Prima la fiducia di Eusebio Di Francesco con la maglia della Roma, poi quella di Mancini con la Nazionale italiana: un predestinato insieme a Moise Kean.

AFP/LaPresse

I due sono davvero molto amici, come sottolineato dallo stesso centrocampista azzurro ai microfoni di Rai Sport: “è un’emozione unica, l’ennesimo sogno realizzato quest’anno. Ora resta che continuare così e non montarmi la testa. Speriamo di esaudirne altri. Kean? E’ un ragazzo a cui piace scherzare come a tutti i 19enni, come me. Siamo sempre insieme, in campo non penso ci sia da descrivere che giocatore è. Spero che continui così. Il gol? Lo speravo, perchè le partite non vanno sempre come vuoi. Però avevo molta fiducia e gli avevo detto prima della gara che avrebbe segnato. Condividiamo sempre questi momenti belli“. Tornando a parlare di sè, Zaniolo ha sottolineato: “devi dire grazie a Di Francesco, è stato fra i primi a credere in me insieme a mister Mancini. Mi ha insegnato tanto, come ci si comporta in campo e fuori. Come ci si rapporta con le persone più grandi. Totti mi ha consigliato di rimanere con i piedi per terra, perchè arrivare è un attimo e restarci è difficile. Il mio obiettivo è allenarmi, migliorare e poi si vedrà. La mia famiglia? Mia madre e mio padre erano commossi, vivo a Roma con mia mamma, sto sempre con lei ed è molto sensibile. Le voglio tanto bene ma sono anche un po’ geloso come tutti i figli, le ho dedicato anche un tatuaggio“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery