F1 – La Ferrari dimentica l’Australia, ma Binotto rimane con i piedi per terra: “in Bahrain per verificare di aver capito le debolezze”

binotto photo4/Lapresse

Mattia Binotto e le sensazioni con le quali il team Ferrari arriva in Bahrain per il secondo appuntamento della stagione 2019 di F1

Dopo una settimana di pausa la F1 torna protagonista e lo fa insieme alla MotoGp. Si prospetta dunque un weekend ricco di spettacolo ed emozioni per gli appassionati dei motori. Il mondo delle quattro ruote si sposta in Bahrain per la seconda gara stagionale, dopo la fantastica vittoria di Bottas in Australia.

Occhi puntatissimi sulla Ferrari che a Melbourne non è riuscita a far bene con Vettel e Leclerc rispettivamente quarto e quinto. Il team di Maranello ha lavorato sodo sui problemi riscontrati in Australia per arrivare in Bahrain competitivo per poter lottare con i diretti rivali.

binotto

AFP/LaPresse

Il Bahrain è diverso da Melbourne, trazione e frenata saranno importanti. Credo che come squadra dobbiamo verificare in Bahrain di aver capito e gestito le aree di debolezza che in Australia, per tutta una serie di fattori, non ci hanno permesso di sfruttare appieno il potenziale della vettura. In Bahrain ci aspettiamo di poter vedere l’effetto delle correzioni che abbiamo apportato, anche se siamo consapevoli che i nostri avversari saranno ancora una volta molto forti. Però non vediamo l’ora di scendere in pista e confrontarci con loro”, queste le parole del team principal Binotto alla vigilia del secondo appuntamento stagionale.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery