Altalena WTA, l’incertezza in vetta prosegue: equilibrio divertente o vera assenza di top player?

AFP/LaPresse

Con Serena Williams che rientra a singhiozzo, il seeding WTA non sembra avere una vera padrona e l’equilibrio è totale

Il seeding WTA e quello ATP si stanno dimostrando diametralmente opposti in questi ultimi anni. Se tra gli uomini il dominio del trio Nadal-Djokovic-Federer sta caratterizzando le recenti annate, tra le donne c’è sempre più incertezza in vetta, con continui capovolgimenti. In molti gradiscono questo grande equilibrio, con oltre una decina di tenniste sempre pronte ad accaparrarsi i tornei più importanti, d’altra parte c’è una fetta di appassionati che riterrebbe necessaria la presenza di alcune giocatrici top level capaci di trascinare il movimento.

Fatto sta che la bagarre è totale anche ad Indian Wells: solo 3 top10 ai quarti di finale ed un torneo apertissimo. In chiave numero 1 al mondo la Osaka rischia di venire scalzata ben presto, sopratutto nel caso in cui una tra Svitolina e Pliskova dovesse vincere sul cemento americano andando ad assottigliare il divario dalla vetta. Insomma, una sana competizione tra le donne, all’interno della quale ancora non sta riuscendo ad inserirsi a pieno Serena Williams, probabilmente l’unica che al momento sarebbe capace di dominare il seeding. I continui problemi fisici dell’americana stanno però frenando il suo ritorno in vetta, dunque spazio alle pretendenti pronte a darsi battaglia per i primi posti della classifica ed anche per i tornei più prestigiosi, intanto le giovanissime Sabalenka, Yastremska, Andreescu, Kenin e Vondroušová stanno scalpitando alle spalle delle ‘veterane’. A nostro parere tale incertezza al momento fa bene eccome, servirebbe forse anche tra gli uomini…

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery