Manuel Bortuzzo, il nuotatore ha riconosciuto chi gli ha sparato: le parole del padre

Manuel Bortuzzo ha riconosciuto i suoi aggressori: le rivelazioni del padre dopo aver mostrato al figlio nuotatore le foto dei due malviventi

Manuel sta bene, il decorso post-operatorio è riuscito. Non hanno ancora sciolto la prognosi, penso che nella giornata di domani, massimo dopodomani sarà fatto, e quindi potrà essere sistemato in reparto.  Poi troveremo una clinica adatta a lui per la spina dorsale“. Queste le parole di oggi di Franco Bortuzzo, padre del nuotatore sparato al torace sabato notte nel quartiere Axa di Roma.

Dopo il ritrovamento dell’arma del delitto e l’arresto dei due malviventi protagonisti del gesto, a Manuel sono state mostrate le foto dei suoi due aggressori. “S’è saputo degli arresti, ho detto a lui. – ha raccontato il padre dello sportivo – Gli ho fatto vedere le fotografie di chi gli ha sparato, e ha riconosciuto anche chi gli ha sparato. Non li aveva mai visti prima. Quello che dicono? Della gravità potevano rendersi conto anche dopo dieci minuti. Sono imbarazzato per cosa dicono. ‘È stato uno sbaglio, sbagliare la persona’, non è stato uno sbaglio prendere un’arma e partire fuori la mattina a cercare la persona. Manuel reagisce molto bene, è forte perché abituato a nuotare, a stare solo. Sa come comportarsi, è un uomo e quindi sa cosa deve fare”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery