L’atletica italiana ha una nuova casa a Roma: inaugurata la pista dello Stadio Paolo Rosi

Atletica: inaugurata a Roma la pista dello Stadio Paolo Rosi

C’è una nuova casa per l’atletica di Roma, una struttura rinnovata a disposizione di tanti atleti di livello. È stata inaugurata stamattina la nuova pista dello stadio Paolo Rosi, lo storico impianto romano dell’Acqua Acetosa, oggetto di restyling negli ultimi mesi del 2018 e tornato alla piena operatività da alcune settimane. Il presidente della FIDAL Alfio Giomi ha tagliato il nastro insieme alla sindaca di Roma Virginia Raggi, al presidente del CONI Giovanni Malagò e all’assessore allo Sport, Politiche giovanili e Grandi eventi del Comune di Roma Daniele Frongia. Presenti anche diversi atleti, da Marcell Jacobs e Daniele Greco (Fiamme Oro) alle portacolori dell’Esercito Raphaela Lukudo, Ilenia Draisci e Jessica Paoletta (Esercito), da Federica Del Buono (Carabinieri) a Mauro Fraresso (Fiamme Gialle), Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre), Federico Apolloni e Alessandro Sinno (Aeronautica).

Il presidente FIDAL Giomi si è detto “onorato di inaugurare la casa dell’atletica romana, che è una casa dell’atletica italiana”. Dalla sindaca Virginia Raggi l’augurio a tutti gli sportivi di ottenere i migliori risultati su questa pista: “Era uno dei traguardi più importanti che volevamo raggiungere nel più breve tempo possibile – le parole della Raggi – Per tanti anni è stato il cuore pulsante dell’atletica romana e poi ha iniziato a cadere un po’ in disgrazia. Lo sport deve essere per tutti e non potevamo accettare che ci fosse un impianto dimenticato. Abbiamo quindi riannodato i fili di un percorso spezzato, insieme a Coni e Fidal, e l’abbiamo restituito allo splendore che merita”. Per il presidente del CONI Giovanni Malagò “questo stadio è un luogo del cuore, un simbolo non solo dell’atletica ma di tutto lo sport italiano. È intitolato a un grande sportivo e grande telecronista. Rivolgo i complimenti a Fidal e al Comune di Roma. Sarà importante anche perché contiguo al centro di preparazione olimpica Giulio Onesti. E io che sono un sognatore penso già a un nuovo upgrade per sistemare spogliatoio, pistino, recinzioni”. In questa direzione, al termine della cerimonia è stato illustrato lo studio di fattibilità realizzato dallo studio Bugli per l’ulteriore implementazione dell’impianto, che sarà gestito dal comitato regionale FIDAL Lazio.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery