F1 – Presentazione Toro Rosso: svelata la STR14 di Albon e Kvyat [VIDEO]

toro rosso

La Toro Rosso ha finalmente svelato la nuova STR14: ecco la livrea della monoposto che Albon e Kvyat guideranno nella stagione 2019 di F1

Nessuna presentazione con stampa, addetti ai lavori e piloti, per la Toro Rosso. La scuderia italiana ha deciso di svelare la nuova livrea pubblicando semplicemente un video sui suoi canali web. Poco dopo le 14.30 il team, con sede a Faenza, ha pubblicato su youtube un video di quasi un minuto nel quale mostra la nuova STR14 che Albon e Kvyat guideranno nel corso della stagione 2019 di F1. La nuova livrea Toro Rosso è blu, come quella dello scorso anno, con de strisce rosse laterali. Non mancano gli sponsor Red Bull e Honda, fornitore dei propulsori.

LaPresse/Photo4

Tanta la motivazione all’interno del team: “programma e obiettivi potrei riassumerli in tre punti principali: la squadra, l’auto e i piloti. L’obiettivo è quello di migliorare sempre al fine di competere al più alto livello possibile e durante l’inverno abbiamo lavorato intensamente per portare alcuni cambiamenti organizzativi. La speranza è che ci aiuterà a risolvere alcuni problemi che abbiamo vissuto in passato. Abbiamo analizzato le procedure interne per ottimizzare i nostri punti di forza ridurre i nostri punti  deboli. Rispetto ad altre squadre, Toro Rosso conta su un numero minore di persone, ma il sinergie con Red Bull Technology lascerà più tempo per il nostro gruppi di lavoro tecnici per concentrarsi maggiormente sui dettagli. L’attenzione ai dettagli potrà fare la differenza anche in termini di prestazioni. Mateschitz ha deciso di acquistare la nostra squadra con l’idea di preparare i giovani piloti del Red Bull Driver e utilizzare un centro tecnologico per fornire esperienza e compoenti per due squadre. E in realtà, questa è la filosofia che abbiamo seguito fino al 2010. La Scuderia Toro Rosso è stata costretta a creare il necessario infrastrutture per diventare un team di produttori, in grado di progettare tutte le parti in Casa. Abbiamo dovuto assumere molte più persone e, a partire da circa 100 dipendenti all’epoca, ora possiamo contare circa 400 persone, divise tra le fabbriche di Faenza e Bicester (300/100). Il progetto Synergies ci consentirà di mirare a un passo in avanti nelle prestazioni senza aumentare il numero di persone“, questo il commento del team principal Franz Tost ai microfoni Sky.

Ph. Instagram Albon

“Penso che i test di Barcellona saranno un modo per imparare rapidamente. Avrò quattro giorni di test prima di Melbourne quindi non abbiamo molto tempo. L’obiettivo principale è quello di sentirmi a mio agio in macchina e accelerare il più rapidamente possibile. Vedremo. Nel termini della mia preparazione personale, cercherò di non esercitare troppa pressione su me stesso e dare tutto quello che ho dal primo giorno. È la mia opportunità quest’anno di mostrare a tutti quello che posso fare. Oltre a cercare di massimizzare il tempo in al simulatore, sto passando molto tempo con la squadra. Tutto ciò serve a capire l’auto il più rapidamente possibile, cosa che mi aiuterà per l’esordio stagionale a Melbourne. Per me è un grosso impegno essere un pilota thailandese. È passato molto tempo da quando c’è stato un connazionale in Formula 1 e spero solo di rendere tutti orgogliosi“, ha aggiunto il giovane pilota Alex Albon.

LaPresse/Photo4

E’ bello essere tornati e questo dimostra che non devi mai rinunciare alla speranza. Lo scorso anno mi è piaciuto lavorare con la Ferrari (simulatore, ndr), cosa che mi ha aiutato a rimanere in forma e in contatto con quello che succede in Formula 1 sul fronte tecnico. E ho corso anche molto sui kart, cosa che tiene sempre in forma. Non voglio dire se sono cambiato o no. So che ci sono state molte speculazioni su questo e sul se sono maturato o meno, preferisco lasciare il mio guida in pista risposta. Voglio solo salire in macchina e vedere cosa succede. Là c’è molto lavoro da fare e quattro giorni in pista a Barcellona prima del Mondiale saranno molto importanti per tutti“, ha concluso Kvyat.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Rita Caridi (33414 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015
Contact: Website


FotoGallery