Dalla somiglianza a mamma Costanza al trasloco in Florida, Vieri pazzo di Stella: “ora ho capito il senso della vita”

costanza caracciolo bobo vieri

Bobo Vieri e Costanza Caracciolo parlano in un’intervista dei primi mesi di Stella, la figlia nata dal loro amore

“Il primo mese Stella, che è nata con parto cesareo, si attaccava sempre al mio seno, poi abbiamo trovato un nostro ritmo. Allattarla è un’esperienza meravigliosa”. Così Costanza Caracciolo esordisce in un’intervista rilasciata all’inserto del Corriere della Sera, Liberi Tutti. “Bobo è un ottimo padre: la sa cambiare, le fa fare il ruttino. – racconta l’ex Velina – All’inizio la maneggiava come fosse di cristallo e io guardandolo, per la ferita al ventre, non potevo ridere. Ora la tira su e giù come se fosse di gomma. Ci ha preso la mano!”.

vieri costanza caracciolo pancione

Instagram @costy_caracciolo

Non è questione di occhioni blu o bellezza fisica. E’ come è fatta Costanza. Carina, gentile, dolce: mi dà tranquillità”. Con queste parole, al contrario, Bobo Vieri ha parlato della primogenita.  “Naso fine, begli occhi, la bocca di Costi. Stella la immaginavo proprio così: diciamo che ho scelto bene la madre. – ha continuato l’ex calciatore – Il tempo di fare visti e vaccini, e si va. Vivo là da sei anni, lavoro e amicizie sono Oltreoceano. Tutte le mattine alle 9 si gioca a footvolley sulla spiaggia, il pomeriggio entro in studio per commenti e telecronache. Serie A, Liga, B inglese, campionato francese: seguo tutto. Il calcio è nel mio Dna”, fa sapere lo sportivo”.

Quando avrai un figlio capirai, mi ha sempre detto mia mamma nelle nostre discussioni – racconta VieriMa c’è poco da fare: solo quando vedi tua figlia, realizzi. Appena nata Stella, abbiamo fatto skin to skin. E lì, con la mia piccolina sul petto nudo, tutta la vita mi è passata davanti in un secondo. In quel momento ho capito il senso dell’esistenza. Una cosa meravigliosa. E ora mi butterei nel fuoco per lei, non scherzo. Mi manda fuori di testa. E’ il mio sangue. Io che dei bambini altrui mi stufavo dopo mezz’ora, non mi staccherei mai da Stella. E spettacolare. Mangia, dorme, fa dei versetti fantastici. Tra poco parla”. 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery