Rugby, Guinnes PRO14 – Zebre caparbie, ma il La Rochelle trova il bonus nel finale e si qualifica

Stefano Delfrate

Zebre caparbie a la Rochelle ma la formazione francese trova il bonus all’83° minuto e si qualifica

Dopo tre sconfitte consecutive nel Guinness PRO14, le Zebre sono tornate in campo questa sera allo Stade Deflandre de La Rochelle nella sfida del girone 4 della Challenge Cup. Per tenere aperte le speranze di passaggio del turno i bianconeri dovevano cercare il successo o comunque punti in riva all’Oceano Atlantico nell’ultima trasferta della fase a gironi della competizione che ha visto la franchgia federale cogliere tre successi nei primi 4 turni. L’aria della coppa europea fa bene a Biagi e compagni che riescono ad imbastire una gara di sacrificio in difesa e di azioni pericolose in attacco, che fruttano il meritato vantaggio 12-6 all’intervallo con le mete di Di Giulio e Mbandà. Nella ripresa l’indisciplina ed alcuni errori di trasmissione hanno concesso troppi palloni ai francesi che hanno ribaltato il parziale trovando tre mete ad inizio secondo tempo con una meta di maul e due segnature arrivate da palloni di recupero. Negli ultimi 20 minuti le Zebre vanno vicino a segnare la meta che avrebbe tenuto aperte le speranze per la gara del Lanfranchi si sabato prossimo, ma un dubbio tenuto bianconero con Botia che non rotola mai via da il la all’azione che porta la maul francese a segnare all’83° la meta che vale i cinque punti. Con questo successo i giallo-neri si qualificano ai quarti di finale mentre le encomiabili Zebre –uscite tra gli applausi dei 14000 del Deflandre- vedono quasi svanire le loro speranze di passaggio del turno; ora in mano ai russi dell’Enisei-STM che domani ospitano gli inglesi Bristol Bears a Sochi.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery