Globe Soccer Awards, il legale di Ronaldinho chiarisce i motivi della sua assenza

LaPresse/Alfredo Falcone

Globe Soccer Awards, Ronaldinho non ha presenziato all’evento di Dubai ma non a causa di un divieto di viaggio ordinato dal tribunale

L’assenza dell’ex fantasista brasiliano Ronaldinho ai Globe Soccer Awards di Dubai di questa settimana non ha avuto nulla a che fare con un divieto di viaggio ordinato dal tribunale, come ha spiegato il legale dell’ex calciatore. Ronaldinho è stato un assente importante all’evento internazionale, tra i cui ospiti era incluso anche Ronaldo. “La sua vita continua normalmente”, ha detto l’avvocato di Ronaldinho, Sergio Queiroz, a Uol Esporte. “Viene invitato a partecipare agli eventi ogni settimana e sceglie quelli a cui vuole andare”. L’ex giocatore del Barcellona possiede anche un passaporto spagnolo anche se Queiroz ha detto che il suo cliente non l’ha usato nei suoi viaggi. A Ronaldinho è stato intimato di pagare 8,5 milioni di reais (2,5 milioni di dollari) nel 2015 dopo essere stato riconosciuto colpevole di aver costruito una piattaforma di pesca sul fiume Guaiba, nel sud del Brasile, senza i necessari permessi. La struttura era situata in un’area protetta, secondo i pubblici ministeri e a novembre, un giudice locale ha ordinato il sequestro del passaporto per non aver pagato la multa. Il vincitore del Pallone d’Oro e campione del mondo con il Brasile nel 2002, si è ritirato dal calcio nel 2017. (Spr/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Francesco Gregorace (9968 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 28 maggio del 1987, giornalista pubblicista dall'anno 2017


FotoGallery