A tutto Froome, tra rinunce e sogni: “soffrirò guardando il Giro! Nibali? Adesso abbiamo un buon rapporto”

AFP PHOTO / Philippe LOPEZ

Dal rapporto con Vincenzo Nibali al sogno nel cassetto: Chris Froome pronto alla stagione 2019 di ciclismo tra scelte e rinunce

La stagione 2019 di ciclismo è iniziata da qualche settimana ormai: i corridori hanno regalato spettacolo in Australia al Tour Down Under e adesso si stanno sfidando in Argentina alla Vuelta a San Juan. Gli appassionati delle due ruote stanno vivendo le prime intense emozioni tra volate mozzafiato, soddisfazioni e qualche spiacevole episodio, ma sono ancora tanti i big che non hanno esordito.

Ciclismo, Tour de France 2018 - Sedicesima tappa

AFP/LaPresse

Tra questi c’è Chris Froome, vincitore del Giro d’Italia 2018, che per la nuova stagione ha deciso di puntare tutto sul Tour de France: “ho vinto quattro Tour, ho l’età giusta (34 anni a maggio, ndr) per lasciare un’eredità. Vincere il quinto è il modo migliore per chiudere il cerchio“, ha affermato al Corriere della Sera.

chris froome

AFP PHOTO / Marco BERTORELLO

A una certa età bisogna cambiare programmi e dosare le energie. Per la prima volta ho deciso di fare uno stage di allenamento in Colombia (e una corsa a tappe, ndr) e poi di disputare Uae Tour, Catalogna, Yorkshire e Delfinato. Poche gare ma di qualità“, ha continuato il britannico, che ha deciso di rinunciare alla Corsa Rosa: “soffrirò a guardarlo in tv. Il Giro è diverso da Vuelta e Tour. Sono venti grandi classiche di un giorno in fila. E’ imprevedibile, difficile da gestire, pieno di trappole, con un’ultima settimana brutale. Non lascerò il ciclismo senza correrlo di nuovo“.

chris froome

AFP PHOTO / Marco BERTORELLO

Froome si è poi soffermato sulla sua alimentazione: “mangio con attenzione alla qualità del cibo: molta frutta, proteine di qualità, alimenti biologici o organici. Ma sono un falso magro. Quando mi guardo allo specchio mi sento ridicolo: il corpo cosi’ sproporzionato, il busto scheletrico, le cosce grosse, i polpacci finissimi. Non mi sembra di essere un atleta“.

Froome ha poi aperto una piccola parentesi su un suo speciale sogno nel cassetto: “vincere una corsa in linea, una sola: la prova olimpica di Tokyo, che pare durissima. Dovrò cambiare programmi, ma ne varrà la pena“.

AFP PHOTO / Philippe LOPEZ

Infine sul suo rivale Nibali ha concluso: “con Vincenzo ora siamo in buoni rapporti. E’ un grandissimo atleta. Quello che ha fatto l’anno scorso alla Sanremo o al Lombardia nel ciclismo non lo può fare nessun altro“.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...
About Rita Caridi (32659 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015
Contact: Website


FotoGallery