F1, la Red Bull copia la Mercedes: in casa Ferrari invece si prosegue per la propria strada

Vettel horner © Photo4 / LaPresse

Alcune indiscrezioni arrivate da Milton Keynes svelano la presenza dei fori nei cerchi posteriori della monoposto 2019, la Ferrari invece non disporrà di questa soluzione

Cominciano a diffondersi le prime indiscrezioni sulle monoposto 2019, pronte quasi a scendere in pista per la prima sessione di test invernali in programma a febbraio.

LaPresse/Photo4

Secondo quanto filtra da Milton Keynes, la Red Bull pare abbia deciso di seguire le orme della Mercedes, acquisendo i cerchi posteriori forati sulla RB15. Una soluzione che nella scorsa stagione ha fatto parecchio discutere, spingendo la Ferrari a presentare un reclamo nei confronti della scuderia campione del mondo, poi respinto dai commissari tecnici della FIA. Pensati da Aldo Costa per evitare il surriscaldamento degli pneumatici posteriori, la Red Bull ha deciso di implementarli anche sulla proprio monoposto del 2019, provando a sfruttarne i vantaggi aerodinamici. Stando invece alle voci che arrivano da Maranello, pare invece che la Ferrari abbia deciso di non seguire la strada dei cerchi forati, confermando le soluzioni viste già nel 2018. Una mossa controproducente? Il Gran Premio d’Australia darà le risposte che tutti cercano…

Valuta questo articolo

4.5/5 da 2 voti.
Please wait...
About Ernesto Branca (27492 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery