Eurolega – Tra le 11 startup finaliste dell’Euroleague Basketball Tech Challenge c’è anche l’italiana Dynamitick

Dynamitick è l’unica startup italiana selezionata come finalista della Euroleague Basketball Tech Challenge.  Dynamitick propone il dynamic pricing come nuovo modello per il ticketing è stata scelta tra centinaia di progetti

Sono state annunciate le 10 startup selezionate per partecipare all’edizione 2019 dell’Euroleague Basketball Tech Challenge in collaborazione con laSalle Ramon Llull University.

L’Euroleague, società organizzatrice della principale competizione europea per club di pallacanestro, ha organizzato una nuova call per startup con l’obiettivo di trovare le più valide soluzioni innovative per il business dello sport.

Per la prima volta tra le società selezionate c’è una startup italiana. Si tratta di Dynamitick, azienda specializzata nel fornire soluzioni di dynamic pricing basate su una tecnologia proprietaria di intelligenza artificiale.

Il prezzo dinamico è una strategia che si sta diffondendo nel mondo dello sport ed è già utilizzata dai club di NBA come Boston Celtics, Toronto Raptors e Detroit Pistons. Attraverso il dynamic pricing le società sono in grado di massimizzare le vendite dei biglietti offrendo i tagliandi ad un prezzo che viene calcolato in tempo reale sulla base di alcuni fattori come il tasso di riempimento, l’orario e l’anticipo di acquisto, il blasone degli avversari e l’andamento della stagione.

Dynamitick, partecipata dall’incubatore sportivo italiano Wylab, ha già mosso i primi passi nel mercato del basket italiano con i Legnano Basket Kights in A2 e ha fornito la propria tecnologia all’Auxilium Torino nella stagione 2017-2018 facendo registrare al Pala Ruffini 15 soldout consecutivi.

Le 10 finaliste prenderanno parte, tra il 21 e il 25 di gennaio, ad un evento che darà loro la possibilità presentare la propria soluzione ad una giuria composta, tra gli altri, dal presidente e CEO dell’Euroleague Basketball Jordi Bartolomeu, dal responsabile globale delle partnership del Real Madrid David Hopkinson e da Luis Vicente, Chief Digital Transformation & Innovation della FIFA. Delle dieci startup finite nel mirino dell’Eurolega, tre arrivano dagli Stati Uniti, due dal Belgio mentre Italia, Lituania, Grecia, Gran Bretagna e Spagna saranno rappresentate da una startup.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery