Australian Open, finale senza storia: il “muro” Djokovic va in Paradiso, massacrato Rafa Nadal!

AFP/LaPresse

Australian Open, il dominio di Novak Djokovic è stato totale quest’oggi nella finale senza storia contro Rafa Nadal

Australian Open, è stato un massacro. La finale maschile è stata sorprendentemente senza storia, nonostante di fronte si trovassero due campioni che ci hanno abituati spesso e volentieri a lotte incredibili, a volte anche sopra le 4 ore di gioco. Oggi, tra Nadal e Djokovic, non c’è stata praticamente mai partita, con il tennista serbo che ha distrutto l’avversario senza lasciargli mai una chance di rientrare in gara. Un mattatore Nole, un muro, capace di annichilire anche un fenomeno del calibro di Nadal, uno dei migliori al mondo nel mantenere la tranquillità e nel restare dentro la gara sino all’ultimo.

AFP/LaPresse

Come detto, oggi Rafa ha avuto chance nulle di far male all’avversario, sempre al comando del gioco anche durante i turni di risposta. Dopo un primo set super chiuso per 6-3, in molti si attendevano il ritorno di Nadal, ma la seconda partita è stata ancor più frustante per lo spagnolo, chiusa 6-2 da Djokovic in maniera prepotente. Nole non ha voluto lasciare neanche le briciole all’avversario quest’oggi e con un altro set sontuoso ha chiuso la gara con il 6-3 al terzo set. Quindicesimo Slam per Djokovic, il tennista più forte al mondo al momento ed anche con un discreto distacco visto quanto abbiamo visto oggi contro un top quale Nadal, distrutto in poco più di due ore di gioco. Un altro dato folle? 9 errori non forzati in tre set, disumano. Settima vittoria in Australia, è record, sorpassati Federer ed Emerson.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...
About Francesco Gregorace (9968 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 28 maggio del 1987, giornalista pubblicista dall'anno 2017


FotoGallery