Simona Halep, l’anno migliore ha un sapore dolce-amaro: “il primo Slam e la finale persa, 2018 orribile e meraviglioso”

Halep LaPresse / AFP PHOTO / Ben STANSALL

Simona Halep ha vissuto un 2018 a due facce: da una parte la gioia di essere la n°1 al mondo e di aver vinto il primo Slam della sua carriera, dall’altra parte la finale persa agli Australian Open e l’infortunio di fine stagione

Il 2018 è stato senza dubbio l’anno migliore della carriera di Simona Halep. La tennista romena ha mantenuto ben salda la leadership da numero 1 al mondo e ha finalmente vinto il primo Slam della sua carriera. D’altra parte, il 2018 è stato anche un anno con dei momenti davvero amari per la Halep: la finale persa agli Australian Open (con relativo ricovero in ospedale), l’infortunio alla schiena e il ritiro dalle WTA Finals. Intervistata dalla WTA, la Halep ha tirato le somme della sua stagione spiegando che: “è stato un anno molto intenso. Ho avuto momenti orribili e momenti meravigliosi. Quando ho perso la finale in Australia, sapevo sarebbe stato complicato ritornare alla normalità. Eppure ci sono riuscita e a Parigi ho finalmente vinto il mio primo Slam. Infortunio e addio alle Finals WTA? Ho dovuto accettare la situazione. E prendere solo il meglio. Sono la numero uno al mondo ed è una cosa che mi fa guardare al futuro con tanta fiducia“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery