‘Shooting data’ – Presentata al Trap Concaverde di Lonato del Gard la prima piattaforma digitale del Tiro a volo

Anteprima al Concaverde per Shooting Data, la prima piattaforma digitale al mondo per il tiro a volo

E’ stata presentata in anteprima sabato scorso, al Trap Concaverde di Lonato del Garda, Shooting Data, una vera e propria piattaforma digitale, un autentico passo avanti nel modo di allenarsi e agevolare il tiratore a migliorare le proprie performance nella pratica del tiro a volo.

Il sistema, infatti, si prefigge in primis di aiutare il tiratore, agevolando al contempo l’interazione con il coach.

Semplice ma molto potente al medesimo tempo, per utilizzare Shooting Data sono sufficienti 3 passaggi: scaricare l’App gratuita da Apple Store o Google Play Store, registrarsi e ritirare la medaglietta personale e valida su tutti i campi al mondo dal costo di 10 euro.

Ogni volta che si effettuerà una serie su un campo Shooting Data, sarà sufficiente fare check-in al fonopull prima di iniziare e tutti i dati saranno immediatamente disponibili nella propria App, riservati e protetti.

Data ed ora, centro di tiro, campo, schema, meteo, temperatura, umidità, disciplina, allenamento/gara, direzione del piattello, risultato, tempi di reazione e tanto altro ancora, a questo punto saranno raccolti in automatico da Shooting Data.

Per le attività in un centro non dotato di Shooting Data, il tiratore può continuare ad utilizzare la app in modalità manuale e aggiungere anche in un secondo tempo le informazioni.

Siamo orgogliosi di segnare – attraverso il progetto Shooting Data – il nostro impegno nello sviluppo del Tiro a Volo – ha recentemente dichiarato il Presidente Franco Gussalli Beretta-. Il mondo delle App che supportano l’attività sportiva è ormai una realtà in tutti gli Sport. Lo sport, da sempre, si autoalimenta e migliora attraverso la conoscenza, l’analisi e la gestione dei dati, anche nel Tiro a Volo in cui, storicamente, gli atleti si segnano le statistiche manualmente”.

Per il presidente della Fitav Luciano Rossi:”Le tecnologie digitali sono ormai indispensabili per gli sportivi, in particolare per i più giovani. Credo che Shooting Data vada in questa direzione e che sia un esempio di eccellenza e modernità italiana”.

Attualmente, i primi campi da tiro in Italia che sostengono questo progetto, finalizzato a proiettare il tiro a volo verso il futuro, sono 12 e in Lombardia, oltre al Trap Concaverde, ad aderire sono stati il centro varesino Belvedere di Uboldo, Accademia Lombarda di Battuda (PV) e quello mantovano del San Fruttuoso di Castel Goffredo.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Mirko Spadaro (15409 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery