Samsung Volley Cup – La preview della 10ª giornata: 4 anticipi, spicca il derby fra Novara e Chieri

FILIPPO RUBIN

Samsung Volley Cup: la 10^ giornata ha quattro anticipi, Zanetti-Club Italia sabato sera su Rai Sport + HD. Derby per la Igor, Scandicci a Cuneo. Il Bisonte ospita l’Imoco, la UYBA attende la Lardini. Sfida Saugella-Banca Valsabbina

Si concentrerà soprattutto sabato la 10^ giornata della Samsung Volley Cup di Serie A1 Femminile. Ben quattro partite sulle sei totali si disputeranno in anticipo, chi per esigenze televisive, chi in vista degli impegni europei (tra il 18 e il 20 dicembre in campo tutte e cinque le squadre impegnate in Coppa). In diretta su Rai Sport + HD la sfida tra la Zanetti Bergamo, reduce da quattro vittorie consecutive, e il Club Italia Crai. Sempre in anticipo il derby piemontese tra Igor Gorgonzola Novara e Reale Mutua Fenera Chieri, rispettivamente prima e ultima in classifica. Sabato sera anche la trasferta dell’Imoco Volley Conegliano al Nelson Mandela Forum contro Il Bisonte Firenze e l’incontro tra Unet E-Work Busto Arsizio e Lardini Filottrano. Domenica pomeriggio gli ultimi due match: la Saugella Team Monza riceve la Banca Valsabbina Millenium Brescia, mentre la lanciatissima Savino Del Bene Scandicci sarà di scena a Cuneo contro la Bosca San Bernardo.


LA GIORNATA

Forte di quattro vittorie consecutive e di una classifica che in meno di un mese ha preso sembianze completamente diverse, la Zanetti Bergamo ospita al Pala Agnelli il Club Italia Crai nel match trasmesso in diretta e in esclusiva su Rai Sport + HD (canali 57 e 58 del digitale terrestre, telecronaca di Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta). Le rossoblù di Matteo Bertini vogliono continuare la striscia positiva per scalare altre posizioni in classifica, ma Rossella Olivotto, la centrale che guida la classifica di rendimento dei muri vincenti con 30 punti in 33 set, ammonisce: “Ci aspetta una gara alla nostra portata, ma non dobbiamo sottovalutare nessuno. Dobbiamo restare concentrare e portare a casa i punti che ci servono per risalire in classifica“. Per le azzurrine di Massimo Bellano, che stanti le assenze di Fahr e Pietrini stanno trovando un nuovo assetto di gioco, un bel banco di prova. “Bergamo, dopo un avvio difficile – afferma il tecnico federale -, ha trovato una buona quadratura del cerchio. Carlotta Cambi è un palleggiatore validissimo in grado di innescare bene i suoi attaccanti. A questo dobbiamo poi aggiungere che storicamente quello di Bergamo è un campo difficile. Quindi per noi si preannuncia un impegno probante ma sicuramente la partita di sabato potrà essere per noi una buona occasione di verifica”. Si rivedrà a Bergamo Valeria Battista, la schiacciatrice classe 2001 cresciuta nel settore giovanile del Volley Bergamo e ora in maglia azzurra.

E’ di fatto un testa-coda il derby piemontese tra Igor Gorgonzola Novara e Reale Mutua Fenera Chieri. Le azzurre di Massimo Barbolini guidano la classifica con un ruolino di marcia di 8 vittorie e nessuna sconfitta e hanno avuto la possibilità di affrontare una settimana senza impegni ufficiali, avendo osservato il turno di riposo. Al contrario le ragazze di Luca Secchi non sono ancora riuscite a vincere un match in stagione ma nell’ultimo weekend hanno ottenuto il primo storico punto in A1. “Per noi inizia un nuovo ciclo di partite importantissime – sottolinea Stefana Veljkovic, centrale serba della Igor -. In quindici giorni esatti scenderemo in campo cinque volte con una trasferta importante di Champions League, diciamo che è stato importante avere ora il turno di riposo e riprendere un po’ le forze sia fisiche che mentali. La sfida con Chieri non sarà affatto agevole, non bisogna mai farsi trarre in inganno dalla classifica: servirà una prestazione importante per conquistare i tre punti ed è quello cui ambiamo“. “Siamo reduci da una partita, contro Bergamo, dove abbiamo portato a casa un punto – spiega Secchi -. In questo momento siamo in crescita e io vedo il bicchiere mezzo pieno per quanto riguarda l’atteggiamento e la crescita della squadra. Siamo consapevoli che sabato non sarà una gara semplice, contro una Novara che è una delle top team del campionato e lo sta dimostrando con 8 vittorie e il primo posto in classifica. Come ho già detto in passato dovremo scendere in campo con la testa libera e giocare con spregiudicatezza“.

Torna al Nelson Mandela Forum l’Imoco Volley Conegliano, teatro del trionfo in Coppa Italia nel marzo 2017. Le pantere affrontano Il Bisonte Firenze padrone di casa e cercano di tornare al successo dopo il ko subito a Scandicci, a pochi chilometri di distanza. Le gialloblù di Daniele Santarelli, che hanno salutato anche Nagaoka dopo Easy, attualmente occupano la quarta posizione, mentre le fiorentine di Gianni Caprara, grazie al successo netto sul Club Italia, sono risalite in settima. “Affrontiamo un’altra trasferta difficile dopo quella di Scandicci, contro una squadra costruita per fare bene con tante nazionali, individualità importanti e un allenatore molto esperto che le fa giocare in maniera ordinata ed efficace – le parole di coach Santarelli -. In casa loro non sarà facile, ma noi andiamo a Firenze per fare la nostra migliore partita con tanta voglia di riscatto dopo la sconfitta di Scandicci. Dobbiamo cercare di tornare in battuta la squadra che eravamo ad inizio anno e da questo punto di vista ho visto già qualche segnale a Scandicci, ma ci vuole lavoro e pazienza“. “Da un punto di vista psicologico la sfida di domani sarà molto più ‘tranquilla’ delle altre, perché non avremo nulla da perdere – chiarisce coach Caprara -. Mi aspetto dalle mie giocatrici che giochino all’arrembaggio, senza timori reverenziali: dovremo provare a mettere in campo qualcosa in più rispetto alle ultime partite, soprattutto con la battuta, perché altrimenti diventa complicato contro una squadra come Conegliano“. “Siamo positive e cariche dopo il successo contro il Club Italia – aggiunge la centrale Sonia Candi -. Stiamo continuando a lavorare sul nostro gioco e a costruire le nostre sicurezze, ma sappiamo che domani non sarà una partita facile visto lo spessore di Conegliano“.

Al PalaYamamay la Unet E-Work Busto Arsizio attende la Lardini Filottrano. Entrambe le squadre nell’ultimo turno di Campionato sono tornate alla vittoria: le farfalle di Marco Mencarelli con un sofferto 3-1 a Brescia (con un quarto set da 38-36), le marchigiane di Filippo Schiavo con il 3-1 su Cuneo. Alessia Gennari, capitana delle biancorosse, predica prudenza: “Anche se abbiamo 14 punti in più in classifica, nulla è scontato: Whitney e Vasilantonaki sono due attaccanti che se trovano ritmo possono diventare parecchio pericolose e poi in seconda linea c’è Paola Cardullo che non ha bisogno di presentazioni. Credo che la graduatoria della Lardini non sia veritiera in questo momento della stagione e penso che la squadra di Schiavo arriverà al Palayamamay carica a mille dopo il successo su Cuneo. Quindi dico a me e alla mia squadra: attenzione dal primo minuto, ci sarà da sudare. Sta per ricominciare un periodo serratissimo di gare: pensiamo ad una partita alla volta, ora solo a questo match di campionato, dopodichè ci ritufferemo nella Cev e penseremo alla trasferta di Graz“. Nel roster Lardini tre ex biancorosse: Anthi Vasilantonaki, Ilaria Garzaro e Giulia Pisani. “Il risultato di sabato scorso è stato un toccasana sia per la classifica che per il morale – ammette l’allenatore della Lardini, Filippo Schiavo –, è stato importante sbloccarsi nonostante l’inevitabile pressione con cui dovevamo fare i conti. Il calendario adesso ci prospetta tre partite nelle quali provare a raccogliere qualche punto, sapendo di affrontare squadre di tutto rispetto. Giochiamo sul campo della seconda in classifica, contro una squadra che gioca bene, come del resto tutte quelle di Marco Mencarelli, che ha un roster di atlete giovani e giocatrici esperte. Ci attende una partita difficile, ma che dobbiamo affrontare con la sfrontatezza di chi non ha nulla da perdere, giocando una pallavolo ordinata su muro-difesa per uscire dal campo dopo una prestazione importante“.

Confortata dall’ottima prestazione di lunedì scorso contro la Pomì, la Saugella Team Monza affronta il secondo impegno consecutivo tra le mura amiche della Candy Arena. In Brianza arriva la Banca Valsabbina Millenium Brescia per uno dei tanti derby lombardi della Serie A1 2018-19. Distanziate da soli tre punti in classifica, le due formazioni sono ugualmente in corsa per chiudere il girone di andata di Regular Season tra le prime 8 classificate e qualificarsi così ai quarti di Coppa Italia. “La bella prova fatta vedere con Casalmaggiore ha confermato i progressi che la squadra sta facendo e l’ottimo livello di pallavolo che è capace di esprimere – afferma Miguel Angel Falasca, coach della Saugella -. La prossima partita contro Brescia sarà molto dura: ci aspetta una formazione in grande forma, che sta giocando molto bene, nonostante ad inizio campionato, sulla carta, non fosse considerata tra le squadre di prima fascia. Nell’ultima sfida contro la Pomì abbiamo sbagliato molto poco, quasi niente. Siamo stati eccellenti, soprattutto in battuta e in difesa. Challenge Cup? Per ora ci stiamo concentrando solo sull’avversario di domenica, poi penseremo alla trasferta di Gent“. Le bresciane in settimana hanno affrontato il Club Italia in un allenamento congiunto per preparare al meglio la sfida: “Il test – spiega coach Enrico Mazzola – ci è servito provare alcune situazioni di gioco e per dare spazio alle seconde linee. Monza, che incontreremo domenica, è una squadra molto forte e contro Casalmaggiore ha giocato benissimo, proveremo a metterle in difficoltà“.

Euforica per l’affermazione sulle Campionesse d’Italia dell’Imoco, la Savino Del Bene Scandicci viaggia verso il Piemonte per affrontare la Bosca San Bernardo Cuneo. Le ragazze di Carlo Parisi, al secondo posto a soli tre punti dalla vetta, chiedono strada a una delle formazioni che finora ha mostrato grande carattere. “Scenderemo in campo con grandi motivazioni – dichiara Giulia Mancini, centrale della Bosca S.Bernardo, ex della partita -, non solo perché Scandicci è una tra le ‘corazzate’ del campionato ma soprattutto per riscattarci dalla ‘debacle’ dell’ultimo turno. Conosco buona parte dello staff e delle atlete, ho passato con loro la passata stagione e trovarle dall’altro lato della rete sarà strano ma stimolante. Loro vengono dalla vittoria con Conegliano, frutto di una gara perfetta. Vorranno replicare ma troveranno di fronte una Cuneo fortemente motivata, parola al campo“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Mirko Spadaro (16489 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery