Passerella Napoli contro il malcapitato Frosinone: gol, esordi e graditi ritorni, con un occhio al Liverpool…

  • Cafaro/LaPresse

    Cafaro/LaPresse

  • Cafaro/LaPresse

    Cafaro/LaPresse

  • Cafaro/LaPresse

    Cafaro/LaPresse

  • Cafaro/LaPresse

    Cafaro/LaPresse

  • Cafaro/LaPresse

    Cafaro/LaPresse

  • Cafaro/LaPresse

    Cafaro/LaPresse

  • Cafaro/LaPresse

    Cafaro/LaPresse

/

Napoli vittorioso e sorridente questa sera al San Paolo, una gara ben giocata e ben gestita anche in ottica Liverpool

Il Napoli quest’oggi ha dato spettacolo al San Paolo, contro il malcapitato Frosinone, vittima dello show odierno della squadra di Ancelotti. Nonostante un turnover massiccio infatti, i partenopei non hanno dato scampo agli ospiti, vincendo e convincendo con un netto 4-0, condito da tante ottime notizie sparse qua e là nei 90 minuti. Innanzi tutto vanno sottolineati i ritorni in campo dopo i rispettivi infortuni di Meret e Ghoulam, due innesti importantissimi per il Napoli in vista della seconda parte di stagione. Il terzino algerino è parso in ottime condizioni, voglioso di mettersi in mostra e come sempre sontuoso dal punto di vista tecnico e tattico. Un uomo importante che ritorna disponibile dunque, un ottimo esordio per Meret, ma non è finita qui. Oggi ha esordito anche il ‘folletto’ Younes, arrivato in estate ma sinora inutilizzato a causa di condizioni fisiche non eccellenti. Le buone notizie però continuano, oggi il migliore in campo è stato Ounas, il quale ha messo a segno un grande gol nel primo tempo dell’incontro col Frosinone, ritrovato su alti livelli anche Zielinski, il polacco non segnava da agosto, oggi ha spaccato la porta di Sportiello.

Cafaro/LaPresse

Che dire poi di Milik? Doppietta oggi per il centravanti che arriva a 7 reti in campionato, mostrandosi ancora una volta fondamentale per questa squadra. Insomma, tante buone nuove per Ancelotti ed il suo Napoli che oggi hanno anche un po’ pensato al big match di Champions League contro il Liverpool. I partenopei si giocheranno il passaggio del turno agli ottavi in terra inglese, e lo faranno con diversi calciatori riposati fisicamente e freschi mentalmente dopo questo weekend di campionato. Ancelotti è riuscito a prendere due piccioni con una fava insomma: 3 punti e turnover massiccio, ciò che difficilmente è riuscito in passato al suo predecessore Maurizio Sarri.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery