Pallavolo, Serie A2: il Club Italia CRAI cede 3-0 a Piacenza, vittoria per Conegliano

FILIPPO RUBIN

Pallavolo, nona giornata della Serie A2 Credem Banca, vittorie per Piacenza e Conegliano

Nella nona giornata della Serie A2 Credem Banca, è arrivata la prima sconfitta senza ottenere punti per il Club Italia Crai, che si è dovuto arrendere 3-0 (25-20, 25-17, 25-21) ai padroni di casa di Piacenza.
Il match di oggi è stato vinto con merito dagli uomini di Botti, che sono scesi in campo con caparbietà fin dal primo minuto, spingendo molto in battuta e arginando poi i tentativi di recupero dei ragazzi del team federale, che a sprazzi erano anche riusciti ad impensierire i propri avversari. Soprattutto quando, nel primo parziale, erano stati in grado di recuperare fino al -3 sul (22-19), grazie ad una serie positiva con Zonta al servizio, dopo essere andati subito in svantaggio (14-4).
Come preannunciato, tuttavia, la gara di questa sera rappresentava probabilmente lo scoglio più grande di questa prima parte di stagione per i ragazzi di Monica Cresta, in quanto impegnati sul campo di una squadra esperta e ben attrezzata, con la volontà di riconquistare quanto prima la massima serie. Proprio per queste ragioni, il risultato in questione non può rappresentare l’ago della bilancia per una squadra che ora dovrà essere brava a mettersi subito alle spalle la sconfitta di questa sera e a riprendere il proprio cammino con serenità, cominciando dal prossimo scontro casalingo contro Catania, in programma sabato prossimo alle ore 17.00. Top Scorer dell’incontro l’opposto di Piacenza Alessandro Fei con 18 punti messi a segno, a seguire l’azzurrino Matheus Motzo con 16.
CRONACA – Per quanto concerne le scelte iniziali, il tecnico Monica Cresta ha riproposto lo stesso sestetto sceso in campo sabato scorso contro Cantù, con Salsi in palleggio, Motzo opposto, Recine e Dal Corso schiacciatori, Mosca e Cianciotta al centro e Federici come libero.
Avvio complicato per gli azzurrini, che subiscono la determinazione di Piacenza in grado di prendere subito il largo (14-4). Non sono bastati poi gli sforzi compiuti dal team federale, che grazie ad una serie positiva con Zonta in battuta era rientrato in partita portandosi a -3 sul (22-19). Il primo set, infatti, si è chiuso in favore della formazione di casa dopo il mani-fuori di Fei che ha portato il risultato sul (25-20).
Avvio più equilibrato nella seconda frazione, con il Club Italia che trova il vantaggio sul (5-6). La situazione di stallo, tuttavia, è durata solo fino alla prima metà, da quel momento in poi, infatti, Piacenza ha saputo sfruttare meglio gli episodi e trascinata dai punti di Yudin e Fei ha trovato l’allungo sul (20-14), per poi  chiudere avanti anche il secondo set (25-17).
Diverso l’andamento nel terzo parziale, qui le due squadre hanno giocato a distanza ravvicinata per lunghi tratti (16-15). Il merito di Piacenza è stato quello di mantenere costantemente un piccolo vantaggio, arginando i tentativi di recupero degli azzurrini, prima di trovare l’allungo decisivo nel finale (24-20). Dopo un primo match-point annullato, poi, è stata la schiacciata di Yudin (13 pt) a chiudere i giochi (25-21).

MONICA CRESTA: “Diciamo che questa sera ha funzionato poco un po’ tutto, ma sapevamo che questa trasferta sul campo di Piacenza sarebbe stata molto difficile. La gara si è messa in salita fin dall’inizio con Piacenza che ha fatto molto bene in battuta e a muro e noi abbiamo subito il colpo andando sotto di molti punti. Poi abbiamo provato a rialzarci cercando di  spingere al servizio, sapendo che era una delle armi che avevamo p er metterli in difficoltà e ci siamo riusciti a tratti. C’è da dire che non eravamo al 100% causa qualche infortunio ma questo non deve essere una scusante. Ovviamente questa sconfitta non compromette nulla, siamo contenti di quanto fatto fino adesso in campionato e della nostra classifica. Il nostro obiettivo rimane quello di far crescere e far giocare giovani di talento, poi ovviamente cerchiamo di fare più punti possibile, ma l’obiettivo principale rimane quello della crescita dei nostri ragazzi.”

GAS SALES PIACENZA-CLUB ITALIA CRAI 3-0 (25-20, 25-17, 25-21)
Club Italia: Mosca 5, Salsi 2, Recine 5, Cianciotta 5, Motzo 16, Dal Corso 4, Libero: Federici, Zonta 3, Benedicenti. Ne: Stefani, Biasotto, Magalini, Maletto, Di Marco. All. Monica Cresta
Piacenza: Klobucar 1, Canella 2, Fei 18, Yudin 13, Tondo 8, Paris 4, Libero: Fanuli, Mercorio 11, Beltrami. Ne: Cereda, De Biasi, Ceccato, Copelli, Ingrosso. All. Massimo Botti,
Durata: 24’, 23’, 25’
Arbitri: Massimiliano Giardini, Sergio Pecoraro
Club Italia: 4 a, 11 bs, 6 mv, 18 et
Piacenza: 7 a, 13 bs, 8 mv, 18 et

Serie A1 Femminile: il Club Italia CRAI mette a dura prova le campionesse di Conegliano

Nell’ottavo turno della Samsung Volley Cup di A1 le ragazze del Club Italia CRAI ben figurano sul campo dell’Imoco Volley Conegliano. La vittoria va alle campionesse d’Italia 3-1 (23-25, 25-21, 25-15, 25-21) ma alle azzurrine va il merito di aver tenuto in campo le gialloblu per quasi due ore. Non disponibili Lubian, Pietrini e Fahr, per quest’ultima un infortunio in allenamento, il tecnico federale Massimo Bellano si affida al sestetto composto da Morello, Omoruyi, Kone, Silvia Nwakalor, Populini, Linda Nwakalor e al libero De Bortoli. Fatta esclusione per il terzo set, le azzurrine sono sempre state in partita e per lunghi tratti hanno condotto con facilità il gioco.

CRONACA – Il primo set si apre sul filo dell’equilibrio. Il videocheck certifica il +3 club Italia CRAI (7-10); è un muro dell’Imoco a riportare il punteggio sulla parità (12-12) che si mantiene fino al primo allungo delle pantere (15-13). Il time out Bellano rimette le azzurrine in corsa e le ragazze della formazione federale si portano avanti con Sylvia Nwakalor e Populini – autrice di un attacco e un ace – (22-23) costringendo il tecnico Daniele Santarelli a chiamare il time out. Le azzurrine non per dono il filo del discorso ed è un ace di Populini a chiudere il primo parziale a favore delle giovani ospiti (23-25).

L’avvio del secondo set vede le due formazioni appaiate fino al 4-4 quando l’Imoco comincia a spingere sull’acceleratore (17-13). Il tecnico Bellano chiama time out. Lo stop al gioco sortisce l’effetto sperato: lenta ed efficace la reazione delle giovani azzurrine che limano il distacco e si riavvicinano (20-19). Le pantere cercano la zampata finale e dopo aver annullato il primo set point con un errore di Hill chiudono con Fabris (25-21).

In avvio di terzo set è Populini con un ace a rimettere la partita in parità (4-4) Pronta la reazione delle gialloblu che provano a spingere sull’acceleratore e, sfruttando la striscia positiva di Hill, si portano sul +6 (16-10). Il time out del tecnico Bellano rimette in gioco le azzurrine (bene Omoruyi e Sylvia Nwakalor) ma le padrone di casa non permettono loro di ricucire (25-15).

Nel quarto set parte fortissimo il Club Italia CRAI che sigla un 4-0 e costringe il tecnico Santarelli al time out. L’interruzione del gioco non sortisce l’effetto sperato perché le azzurrine continuano a tenere a distanza le gialloblu. Le padrone di casa provano a rifarsi sotto (9-10) ma le ragazze della formazione federale proseguono nella loro azione e a condurre la partita. E’ Hill a rimettere le cose in pari (16-16). Si procede sul filo dell’equilibrio fino all’ultimo decisivo allungo delle padrone di casa (24-20). Sylvia Nwak alor annulla il primo set point della serata ma subito dopo è Tirozzi a scrivere la parola fine (25-21).

MASSIMO BELLANO: “Sono soddisfatto della partita di questa sera: abbiamo quasi dimezzato il numero di errori, anche se in battuta dobbiamo trovare una qualità migliore. Conegliano ha dimostrato una qualità di gioco importante, ma noi abbiamo fatto bene nella fase di muro difesa e la squadra mi è piaciuta anche nel cambio palla che, invece, in alcuni momenti con Busto ci aveva abbandonato. Questo aspetto stasera è stato più continuo e quando abbiamo fatto fatica è successo effettiva mente perché alcuni turni di servizio delle avversarie sono stati importanti, penso soprattutto a quelli di Tirozzi e Hill Sono stati turni impegnativi ma questa volta per meriti delle avversarie più che per demeriti nostri. E come ci diciamo sempre alla fine dove ci sono meriti degli avversari noi dobbiamo saperlo riconoscere e andare avanti per cercare di fare in modo di alzare il nostro livello”.

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO-CLUB ITALIA CRAI 3-1 (23-25, 25-21, 25-15, 25-21)

Imoco Volley Conegliano: Tirozzi 8, De Krujif 15, Bechis 1, Hill 18, Moretto 10, Nagaoka 6; De Gennaro, Fersino, Fabris 10, Wolosz 1. Ne: Folie (L), Danesi, Samadan Sylla. All. Santarelli.

Club Italia CRAI: Morello, Omoruyi 11, Kone 5, S. Nwakalor 14, Populini 14, L. Nwakalor 1; De Bortoli (L), Malual 2, Panetoni, Scola 1, Battista. Ne: Lubian, Pietrini, Fahr. All. Bellano.

Durata set: 29’, 26’, 23’

Imoco Volley Conegliano: a 6, bs 19, mv 9, et 34.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery