Olimpiadi 2026 – Bach fiducioso e ottimista: “non esiste piano B, chi ospiterà i Giochi lo farà in modo eccellente”

LaPresse/EFE

Thomas Bach ottimista e fiducioso in vista delle Olimpiadi invernali 2026: le parole del presidente del CIO

Per il 2026 non esiste un piano B, sono sicuro che chi ospiterà i Giochi lo farà in modo eccellente“. Lo dice il presidente del Cio, Thomas Bach, parlando della corsa ad ospitare le Olimpiadi invernali del 2026 che vede impegnate Milano-Cortina e Stoccolma. Il numero uno del Comitato olimpico internazionale sottolinea, in un’intervista all’agenzia tedesca Dpa, che qualsiasi piano B “sarebbe un contributo a una profezia che si autoavvera e noi non vogliamo questo“.

Abbiamo due candidate, ma questa è la normalità nei tempi attuali se guardiamo anche al numero dei candidati per altri eventi importanti“, fa notare Bach, prima di ribadire la sua massima fiducia in Milano-Cortina e Stoccolma: “Sono due candidate dalla forte tradizione negli sport invernali che hanno ospitato sette Mondiali di queste discipline nell’ultimo decennio e che ora vogliono utilizzare l’80% degli impianti sportivi esistenti o temporanei: è un miglioramento significativo rispetto alle candidature del 2018 e del 2022. Ed è quello che volevamo. Vogliamo tornare alle origini dei Giochi e sono sicuro che entro il 2026 avremo un paese ospitante eccellente“.  (Aip/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Rita Caridi (32717 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015
Contact: Website


FotoGallery