NBA, San Antonio Spurs in crisi nera: disastro contro i Jazz, Popovich “da record”

LaPresse/Reuters

NBA, situazione anomala per i San Antonio Spurs che dopo anni di successi non riescono a reinventarsi a seguito dell’addio di Ginobili, Leonard e Parker

Ancora una sconfitta, la 13 in stagione, per i San Antonio Spurs battuti 139-105 dagli Utah Jazz ed ora penultimi in Western Conference. A condannare la franchigia texana nella trasferta di Salt Lake City i canestri di Donovan Mitchell, 20, e Rudy Gobert che chiude in doppia doppia grazie a 18 punti e 10 rimbalzi, 15 per Kyle Korver. Per i Jazz si tratta del primo successo casalingo da un mese a questa parte. La gara si indirizza subito favorevolmente per Utah (12-13 in stagione) avanti 34-20 dopo il primo parziale, gap che sale a 63-47 all’intervallo lungo. Non cambia l’inerzia della gara nel terzo quarto, 104-78, con uno score che alla sirena vede gli Spurs chiudere 34 punti sotto. E’ successo solo 5 volte con Gregg Popovich in panchina che gli Spurs perdessero in un match di regular season Nba con 30 punti di scarto. Per quanto riguarda la franchigia di san Antonio da segnalare come miglior marcatore Jakob Poeltl, 20 punti, seguito a 16 da DeMar DeRozan e LaMarcus Aldridge. (Int/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery