NBA – Gli Hornets vincono allo scadere e Michael Jordan prende a schiaffi Monk: il motivo è clamoroso [VIDEO]

Momenti concitati nel finale di Hornets-Pistons: Charlotte chiude l’incontro allo scadere e la panchina entra in campo, il presidente Michael Jordan prende a schiaffi Malik Monk e lo ‘richiama all’ordine’

Nel finale di partita fra Charlotte Hornets e Detroit Pistons è successo di tutto. La franchigia della Carolina del Nord ha segnato una tripla con Jeremy Lamb allo scadere, con appena 3 decimi di secondo sul cronometro. Appunto, 3 decimi, giusto il tempo per poter rovinare tutto. La giocata di Lamb ha fatto impazzire la panchina che, durante i festeggiamenti è entrata in campo ad abbracciare i compagni, particolarmente Byombo e Monk. Visto che il match non era ancora finito ufficialmente, gli arbitri hanno assegnato un tecnico alla squadra e i Pistons hanno ripreso a giocare, potendo però soltanto effettuare la classica ‘preghiera’ da metà campo, non andata a buon fine.

Pensavo che ci dessero una sanzione per ogni giocatore, portando quindi a due o tre falli tecnici e di conseguenza tiri liberi”, ha raccontato Lamb. Presente a bordo campo, Michael Jordan, proprietario degli Hornets, ha perso le staffe. Nonostante Malik Monk abbia provato a spiegargli di aver pensato che il match fosse finito, MJ gli ha rifilato ben due ‘schiaffoni correttivi’ richiamandolo in panchina. La situazione si è poi distesa, con Jordan che ha sorriso al suo giocatore e gli Hornets che hanno vinto l’incontro.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery