NBA – Morey fa mea culpa: “credevo che Carmelo Anthony avrebbe aiutato i Rockets, mi sbagliavo. Ma sul ritiro…”

LaPresse/REUTERS

Il gm degli Houston Rockets, Daryl Morey, ha fatto mea culpa in merito alla scelta di firmare Carmelo Anthony come nuovo innesto degli Houston Rockets

“Credevo in lui, ma ho sbagliato”, suonano più o meno così le parole di Daryl Morey a proposito di Carmelo Anthony. Il gm degli Houston Rockets fa mea culpa e dichiara di aver fatto un errore con la firma di Carmelo Anthony. L’ex OKC sembrava poter dare una grande mano ai Rockets, elevando lo statuts dei texani da contender a seria candidata per il titolo, portando punti dalla panchina in qualità di sesto uomo, carisma ed esperienza. L’avventura di Melo è stata ben diversa: prestazioni insufficienti, nonostante la buona volontà nell’accettare, per la prima volta in carriera, un ruolo al di fuori dello starting five. Ad oggi, Melo è un corpo estraneo alla squadra e aspetta solo l’ufficialità del suo addio, concordato da diverse settimane fra le parti. Il gm Morey ha spiegato le ragioni dietro il fallimento della sua scelta: “credevo fosse una aggiunta importante ma alla fine non ha funzionato, non è andata come pensavo e la colpa è mia, anche se credo ancora che Melo possa aiutare una squadra. Credo che abbia possa essere ancora un giocatore che possa dire la sua e che troverà presto un’altra squadra”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery