NBA – L’analisi di Jayson Tatum: “sui Celtics troppo hype, le squadre ci davano la caccia e noi…”

Jayson Tatum

Jayson Tatum analizza con grande lucidità la situazione dei Celtics e spiega, secondo il suo punto di vista, a cosa sia dovuto l’inizio di stagione incerto di Boston

Grazie agli ultimi 3 successi consecutivi, i Boston Celtics sono ritornati in zona Playoff ed occupano attualmente il sesto posto ad Ovest. La franchigia del Massachussetts però, continua a non convincere pienamente. L’inizio di stagione non è stato dei più rosei: 13 vittorie e 10 sconfitte ottenute nelle prime 23 partite, un rollercoaster di prestazioni non di certo in linea con le previsioni di inizio stagione. Visti infatti i presupposti della passata stagione, ci si aspettava che i Celtics, con i ritorni dagli infortuni di Irving e Hayward, potessero prendersi i vertici della Eastern Conference senza problemi, specialmente adesso che LeBron James è passato ad Ovest. E invece, specialmente in attacco, Boston continua a fare fatica. Jayson Tatum, uno dei talenti più cristallini della squadra, ha dato la sua personale opinione sul perchè i Celtics abbiano avuto un inizio così incerto: “difficoltà? Penso che ci siano varie ragioni. Forse credevamo troppo nell’hype e, invece, non siamo usciti e non abbiamo fatto le cose per bene. C’era un grosso bersaglio sulle nostre schiene. Le squadre ci stavano dando la caccia e noi non l’avevamo capito. Non c’è nulla che si possa fare per il passato, ora ci focalizziamo solo sulla prossima partita”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery