MotoGp – Marc Marquez non teme scintille nel 2018: “Lorenzo? La gente si aspetta un dramma”

marc marquez AFP/LaPresse

Marquez, la condivisione dei box con Jorge Lorenzo a partire dalla stagione 2019 e la pressione: lo spagnolo sincero e rilassato in vista del nuovo motomondiale

La stagione 2018 di MotoGp è terminata da un po’ ormai: Marc Marquez ha conquistato il suo settimo titolo Mondiale, festeggiando in anticipo a Motegi, per poi terminare l’anno con qualche problema di troppo, dovuto anche ad un fastidio alla spalla, per il quale è stato costretto a sottoporsi ad un intervento chirurgico nei gironi scorsi.

marc marquez

AFP/LaPresse

Lo spagnolo della Honda adesso si concentrerà sul recupero per un 2019 scintillante e scoppiettante, con Jorge Lorenzo dall’altro lato dei box: “in pista cercheremo entrambi di vincere il titolo e daremo il 100%. Siamo stati protagonisti di grandi duelli in Austria e Brno e abbiamo avuto un rapporto professionale. In pista è diverso, ma si può avere un buon rapporto come è quello che c’è tra me e Dovizioso. La gente si aspetta un dramma il prossimo anno e lo capisco, ma io e Jorge siamo due professionisti. La competizione si svolgerà in pista. Sappiamo che è nostro compito combattere solo lì”, ha dichiarato il pilota di Cervera a Speedweek.

marc marquez

AFP/LaPresse

Certe volte mi rendo conto prima di cadere che sta per succedere. Sai che hai superato il limite, ma non smetti mai di spingere perché c’è un altro pilota che va più veloce. Quello è il punto in cui devo tenermi sotto controllo. Bisogna più imparare a controllarsi che conoscere i propri limiti. Ciò che mi aiuta di più è l’esperienza che mi porta ad essere più maturo nella vita e in pista. Sono entrato nel paddock quando avevo 15 anni, all’epoca ero solo un ragazzino e quando sono arrivato in MotoGP a 20 anni ero ancora un adolescente. Posso imparare tanto sulle gare e sulla tecnica, ma per migliorare ci vuole l’esperienza. Questa è la grande differenza tra Dovizioso, Lorenzo, Rossi e tutti gli altri. Certo sento la pressione per vincere di più, ma questo è anche il mio atteggiamento. Voglio avere la pressione per lottare per la Coppa del Mondo. Ogni anno tuttavia è diverso. Se dovessi correre 18 gare, cado 18 volte per diventare campione del mondo”, ha aggiunti poi Marquez sul suo approccio alle gare.

 

Valuta questo articolo

3.5/5 da 6 voti.
Please wait...
About Rita Caridi (32659 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015
Contact: Website


FotoGallery