MotoGp, rivelazioni shock di Lorenzo: “ho pensato al ritiro e son caduto in depressione. La Ducati? Non ha creduto in me”

jorge lorenzo AFP/LaPresse

Il pilota spagnolo ha lanciato l’ennesima frecciatina alla Ducati, svelando poi un sorprendente retroscena relativo alla scorsa stagione

Il ritiro e, a stretto giro di posta, anche una leggera depressione. Una situazione complicata per Jorge Lorenzo, risolta grazie all’intervento della Honda, che gli ha concesso una chance da cogliere al volo.

jorge lorenzo

AFP/LaPresse

Lo spagnolo ha parlato del suo ultimo anno complicato, caratterizzato anche dal rischio di non trovare una nuova squadra dopo la Ducati, una mancanza di offerte concrete che avrebbe potuto costargli la carriera: “ho avuto quasi una piccola depressione, dovuta alla possibilità di dovermi ritirare. Normalmente quando immagino il mio ritiro in molti casi mi sento felice, perché so che vorrebbe dire non dover più avere a che fare con la pressione o rischiare di farsi male. Ma in realtà non mi aspettavo che mi sarei sentito depresso quando questa possibilità si fosse avvicinata concretamente” le parole di Lorenzo a BT Sport. “E’ vero che c’era l’altra possibilità di entrare nella squadra satellite della Yamaha, era una buona opzione, ma non quella che avrei voluto. Le mie ultime gare prima dell’accordo con la Honda sono state terribili, era molto difficile per me dal punto di vista mentale, perché lavoravo e mi allenavo più che mai, ma i risultati non arrivavano. La gente però non ci credeva perché in un anno e mezzo in Ducati non avevo ottenuto nessuna vittoria, ma sentivo che ci stavamo avvicinando. Mancava qualcosa e io sapevo di cosa si trattava, ma la squadra probabilmente in quel momento non credeva più in Jorge Lorenzo“.

LEGGI ANCHE

MOTOGP, LORENZO: “ROSSI MI HA SCIOCCATO”

Valuta questo articolo

4.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery