Inter, Spalletti amaro: “non dormirò fino a sabato prossimo. Il cambio di Politano? Sbaglio sempre le sostituzioni”

Spalletti Fabio Ferrari/LaPresse

L’allenatore dell’Inter ha analizzato la sconfitta subita allo Stadium contro la Juventus, indicando gli errori commessi dai propri giocatori

Una sconfitta che brucia, soprattutto considerando le occasione sprecate a cavallo tra primo e secondo tempo. L’Inter esce dallo Stadium con zero punti, ma con la consapevolezza di aver messo in difficoltà la Juventus.

Marco Alpozzi

Una prestazione super da cui ripartire, per continuare a dare l’assalto al secondo posto: “ci sono situazioni che non si riescono a leggere e invece la Juventus sulle interpretazioni non sbaglia mai nulla. Certo che se passavamo in vantaggio potevamo fare la differenza” le parole di Spalletti a Sky Sport. “Abbiamo concesso troppe cose banali, ci siamo persi su cose superficiali che poi alla fine fanno la differenza perché non si riesce ad essere costanti nei 90′. La partita è stata condotta in larghi tratti molto bene, ma le letture spesso sono sbagliate anche individualmente. Icardi? Ha fatto quello che doveva fare, ha corso molto e stasera è stato anche più bravo di altre volte. Alle volte alleggeriamo la pressione dal punto di vista della pericolosità e così si diventa più leggeri e soffriamo. Prima del gol stavo chiamando Joao Mario perché non si era allineato alla linea difensiva, è questo l’atteggiamento di leggerezza di cui parlavo, non bisogna mai abbassare l’attenzione perché se diventi più leggero poi non recuperi più la situazione. Lì bisognava scappare indietro, la linea difensiva deve andare sulla porta invece abbiamo lasciato spazio del cross e del colpo di testa. Il cambio di Politano? Da inizio anno si dice che sbaglio le sostituzioni, ma volevo mettere un palleggiatore di maggiore qualità in mezzo al campo, Borja Valero sa quando fare un passaggio, quando tenerla, quando accelerare. Ora non dormirò fino a sabato prossimo, le notti sono per voi”.

 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery