Jeep protagonista della Giornata internazionale delle persone con disabilità [FOTO]

/

Con il suo programma autonomy, Fiat Chrysler Automobiles da oltre vent’anni è vicina alle tematiche legate alla mobilità dei disabili

inque ragazzi a bordo di cinque Jeep Wrangler nel parco del Beigua (in provincia di Savona) accompagnati da Vanni Oddera e dalla sua Mototerapia. Questa, in estremi sintesi, l’iniziativa “Jeep Off Road 2018” con cui Fiat Chrysler Automobiles ha aderito quest’anno alla “Giornata internazionale delle persone con disabilità”: istituita dal 1981 – anno internazionale delle persone disabili – si celebra il 3 dicembre in tutto il mondo e dal 1993 questa data è diventata anche la “Giornata europea delle persone con disabilità”, come voluto dalla Commissione Europea in accordo con le Nazioni Unite.

Con il suo programma autonomy, Fiat Chrysler Automobiles da oltre vent’anni è vicina alle tematiche legate alla mobilità dei disabili rispondendo alle esigenze dei clienti con ridotte capacità motorie, sensoriali o intellettive (o alle necessità degli accompagnatori) per permettere loro l’utilizzo di vetture e vedersi così assicurata la libertà di movimento.

E così, in occasione dell’edizione 2018 della “Giornata internazionale delle persone con disabilità”, autonomy e Jeep Off Road hanno accompagnato cinque ragazzi disabili (Denise, Carlotta, Ilaria, Luca, Michele) su cinque Wrangler (negli allestimenti Rubicon e Black Eagle) lungo i sentieri del parco del Beigua, un’area naturale protetta in provincia di Savona in un territorio che si estende tra la città metropolitana di Genova e la provincia di Savona, che prende il nome dal monte Beigua, di 1.287 metri d’altezza. Nel parco, attraversato dall’Alta Via dei Monti Liguri, si trovano molti sentieri escursionistici.

I cinque ragazzi sono stati accompagnati nella loro avventura da Vanni Oddera, campione di Freestyle Motocross che da una decina d’anni porta gioia e allegria a bambini disabili, malati oncologici e persone in carrozzella attraverso la Mototerapia. Si tratta di esibizioni di motocross acrobatici dove malati e disabili, soprattutto bambini, salgono in sella e volano insieme a Vanni Odera e altri campioni della sua squadra: quasi 50 date ogni anno, totalmente gratuite.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery