Gazzetta Sports Awards 2018 – Tutti i premi della serata: Tortu uomo dell’anno, Goggia regina, l’ItalVolley batte la Juventus

  • Credits: Instagram @Gazzettadellosport

    Credits: Instagram @Gazzettadellosport

  • Credits: Instagram @Gazzettadellosport

    Credits: Instagram @Gazzettadellosport

  • Credits: Instagram @Gazzettadellosport

    Credits: Instagram @Gazzettadellosport

  • Credits: Instagram @Gazzettadellosport

    Credits: Instagram @Gazzettadellosport

  • Credits: Instagram @Gazzettadellosport

    Credits: Instagram @Gazzettadellosport

  • Credits: Instagram @Gazzettadellosport

    Credits: Instagram @Gazzettadellosport

  • Credits: Instagram @Gazzettadellosport

    Credits: Instagram @Gazzettadellosport

  • Credits: Instagram @Gazzettadellosport

    Credits: Instagram @Gazzettadellosport

  • Credits: Instagram @Gazzettadellosport

    Credits: Instagram @Gazzettadellosport

  • Credits: Instagram @Gazzettadellosport

    Credits: Instagram @Gazzettadellosport

  • Credits: Instagram @Gazzettadellosport

    Credits: Instagram @Gazzettadellosport

  • Credits: Instagram @Gazzettadellosport

    Credits: Instagram @Gazzettadellosport

/

Parata di stelle sul palco degli Infront Studios di Milano: ecco i Gazzetta Sports Awards 2018, i premi dell Rosea agli atleti che si sono maggiormente distinti nel corso del 2018

La notte delle stelle è il 4 dicembre, almeno quella delle stelle dello sport! Il palco degli Infront Studios di Milano ha fatto da cornice ai ‘Gazzetta Sports Awards 2018’, la cerimonia che premia i principali protagonisti sportivi del 2018. Ben 27 candidati, divisi in gruppi da 3 per ciascuna delle 9 categorie in gara alle quali corrispondono altrettanti premi: i vincitori sono stati eletti dai lettori e dalla giuria di qualità della Rosea. Madrina d’eccezione dell’evento, l’immancabile volto femminile del calcio italiano, Diletta Leotta che, in tutto suo il splendore, ha annunciato uno dopo l’altro i vincitori dei tanto ambiti premi.

Gian Mattia D’Alberto/LaPresse

Il primo ad essere premiato è stato Massimiliano Allegri, in qualità di Allenatore dell’anno. Il tecnico toscano che anche quest’anno ha dominato il campionato di Serie A con la Juventus ha superato Lorenzo Bernardi (Sir Safety Perugia) e Davide Mazzanti (allenatore della Nazionale Italiana femminile di Pallavolo). Restando in ambito calcistico, il secondo premio della serata è quello di Performance dell’anno, assegnato al bomber dell’Inter Mauro Icardi, posizionatosi davanti al nuotatore Piero Codia e alla giovane stella dell’atletica azzurra Filippo Tortu. Dal mondo del pallone a quello delle due ruote: il premio come Exploit dell’anno va al ciclista Elia Viviani che grazie alle sue prestazioni, tanto su pista quanto su strada, ha battuto ‘in volata’ la nuotatrice Simona Quadarella e il tennista Marco Cecchinato.

Si vola in discesa verso la metà della premiazione, a tutta velocità: la stessa con la quale la sciatrice Sofia Goggia ha vinto il premio Donna dell’anno, davanti alla pallavolista Paola Egonu e alla nuotatrice Simona Quadarella. Sempre di velocità si parla, dalla sci al rombo dei motori: Pecco Bagnaia, campione di Moto2, vince il premio come Promessa dell’anno, posizionando la sua moto davanti alla bici di Letizia Paternoster e alla grazia della ginnsta Giorgia Villa. Impossibile dunque non concludere questo terzetto all’insegna della rapidità con Filippo Tortu: lo sprinter azzurro si è aggiudicato il premio di Uomo dell’anno, ‘bruciando’ il nuotatore Alessandro Miressi e il Golfista Francesco Molinari.

Seconda donna ad essere premiata sul palco di Milano è Simona Quadarella: la nuotatrice azzurra (oro nei 400, 800 e 1500 stile libero agli Europei di nuoto di Glasgow) vince il premio di Rivelazione dell’anno, battendo Marco Lodadio (ginnasta) e il già citato Filippo Tortu. Piccolo-grande ‘fuori concorso’ il Premio Leggenda a Vincenzo Nibali per la sua impresa alla Milano-Sanremo 2018. Premio alla carriera sportiva anche per Paolo Maldini e Cristian Vieri, due leggende questa volta del calcio, premiati da Urbano Cairo.

Gian Mattia D’Alberto/LaPresse

C’è spazio anche per un clamoroso ex aequo per il titolo di Atleta Paralimpico dell’anno, vinto da Bebe Vio e Oney Tapia. L’ultimo premio della serata risulta anche, probabilmente, il più sorprendente: l’Italia femminile di pallavolo, che ha fatto sognare una nazione intera con l’argento ai Mondiali, si aggiudica il premio di ‘Squadra dell’anno‘, battendo la quotatissima Juventus e le Farfalle della ginnastica azzurra.

Di seguito il riepilogo di tutti i vincitori dei Gazzetta Sports Awards 2018:

Uomo dell’anno: Alessandro Miressi, Francesco Molinari, Filippo Tortu

Donna dell’anno: Paola Egonu, Sofia Goggia, Simona Quadarella

Allenatore dell’anno: Massimiliano Allegri, Lorenzo Bernardi, Davide Mazzanti

Squadra dell’anno: Farfalle ritmica, Juventus Calcio, Italia donne pallavolo

Paralimpico dell’anno (ex aequo): Maria Bresciani, Oney Tapia, Bebe Vio

Performance dell’anno: Piero Codia, Mauro Icardi, Filippo Tortu

Exploit dell’anno: Marco Cecchinato, Simona Quadarella, Elia Viviani

Rivelazione dell’anno: Marco Lodadio, Simona Quadarella, Filppo Tortu

Promessa dell’anno: Francesco Bagnaia, Letizia Paternoster, Giorgia Villa

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery