Fifa, Infantino incassa l’appoggio del Sud-Est asiatico per la sua rielezione a presidente

fifa LaPresse/Xinhua

Il congresso Fifa è fissato per il 5 giugno a Parigi e finora non ci sono sfidanti per l’attuale presidente

Il presidente della Fifa, Gianni Infantino, potrà contare sui voti del Sud-Est asiatico quando si candiderà alla rielezione nel congresso dell’organo di governo del calcio mondiale a giugno 2019.

Il gruppo ASEAN (AFF) composto da 12 nazioni all’interno della confederazione asiatica AFC ha dichiarato sabato che il suo consiglio appoggia Infantino, che è stato eletto a capo della Fifa nel 2016: “le Associazioni affiliate di AFF hanno dichiarato all’unanimità il loro sostegno affinché Infantino continui come presidente della Fifa“, ha detto in una dichiarazione il vicepresidente AFF, Maj Gen Khiev Sameth. I 12 paesi AFF comprendono Australia, Indonesia, Thailandia e Vietnam, dove si è tenuta la riunione del consiglio di venerdì. Il congresso Fifa è fissato per il 5 giugno a Parigi e finora non ci sono sfidanti per Infantino. I potenziali candidati alla presidenza devono presentare la candidatura entro l’inizio di febbraio.

Infantino ha anche il supporto pubblico di altre confederazioni, ma non dall’Europa che sta offrendo una forte resistenza ai suoi piani per una rinnovata Coppa del Mondo per Club e per la Nations League a livello globale in relazione ad un’offerta di 25 miliardi di dollari da parte di investitori che dice vengono da Giappone e Arabia Saudita. È stata creata una task force e Infantino sta anche cercando di convincere ciascuno dei 211 membri della Fifa dei suoi piani. (Spr/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery