F1, le scuderie mettono mano al portafoglio: tassa milionaria per Ferrari e Mercedes

Louis Camilleri Photo4/LaPresse

La Federazione Internazionale ha definito l’ammontare della tassa (diversa per tutti) che ogni team dovrà pagare per iscriversi al prossimo Mondiale di F1

E’ già tempo di pensare alla prossima stagione per i team di Formula 1, costretti in questi giorni a mettere mano al portafoglio per iscriversi al Mondiale 2019.

Wolff e Hamilton

Photo4/LaPresse

La Federazione Internazionale infatti calcola la tassa che ogni scuderia deve pagare per poter partecipare al prossimo campionato, definendola in base ai punti conquistati nel Mondiale Costruttori della stagione conclusa da poco. La Mercedes sarà la squadra che dovrà sborsare più degli altri, dal momento che ad una base di 454.275 euro uguale per tutti, dovrà aggiungere 5452 euro per ogni punto conquistato nel 2018. Facendo un rapido calcolo, il team campione del mondo dovrà pagare poco più di quattro milioni di euro per iscriversi al Mondiale 2019. Secondo posto invece per la Ferrari con tre milioni di euro, seguita da Red Bull con poco meno di 2.4 milioni e da Renault con 1 milione. Chiude la classifica la Williams, chiamata a pagare ‘solo’ mezzo milione di euro.

La classifica nel dettaglio

  1. Mercedes-AMG Petronas Motorsport: € 4 025 335
  2. Scuderia Ferrari Mission Winnow: € 3 048 328
  3. Aston Martin Red Bull Racing: € 2 357 792
  4. Renault F1 Team: € 1 008 521
  5. Rich Energy Haas F1 Team: € 876 774
  6. McLaren F1 Team: € 735 941
  7. Racing Point F1 Team: € 690 511
  8. Alfa Romeo Sauber F1 Team: € 672 339
  9. Scuderia Toro Rosso: € 604 194
  10. Williams Racing: € 486 076

Valuta questo articolo

4.7/5 da 6 voti.
Please wait...


FotoGallery