Argentina sotto shock, tifoso assassinato dopo il Clasico: “ucciso come un cane, solo perchè tifava River”

AFP/LaPresse

Copa Libertadores, un tifoso del River Plate è stato ucciso ed in punto di morte ha avuto modo di rivelare l’accaduto alla madre: “stavo solo festeggiando”

Copa Libertadores, ci è scappato il morto: la tragedia adesso è completa. Una gara maledetta, caratterizzata da scontri durati oltre un mese, spostata poi in Spagna, ma ciò non ha evitato che un tifoso morisse per una partita di calcio. Ammazzato solo perchè tifava River Plate, questo quanto rivelato dallo stesso tifoso alla madre in punto di morte. Si chiamava Exequiel Aaron Neris, aggredito da due giovanissimi tifosi del Boca Juniors che gli hanno reciso l’arteria della gamba pugnalandolo ed uccidendolo, dissanguato. La madre ha fatto in tempo a parlargli, come rivelato da ‘Primera Edicion, el diario de Misiones’: “Muoio, muoio e mi hanno attaccato perché festeggiavo la vittoria, perché sono un tifoso del River“, le parole del ragazzo poco prima di morire. La madre adesso si sfoga: “Hanno ammazzato mio figlio, riusciva appena a camminare perché era stato operato da poco. Lo hanno inseguito e picchiato come un cane indifeso“. Ennesima vergogna di una finale maledetta.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Francesco Gregorace (9968 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 28 maggio del 1987, giornalista pubblicista dall'anno 2017


FotoGallery