Ciclismo, le stelle azzurre premiate dalla Federazione durante il ‘Giro d’Onore 2018’

Carlo Monguzzi

Le stelle azzurre hanno brillato più che mai con 35 ori, 22 argenti e 23 bronzi – Di Rocco “Un giro d’Onore davvero entusiasmante che evidenzia la vitalità del ciclismo italiano”

In una cornice d’effetto, la Sala Maestoso del CityLife District di Milano, il Giro d’Onore 2018, cerimonia della Federciclismo ormai consolidata negli anni, ha voluto premiare le sue stelle azzurre che hanno reso la stagione appena conclusa una stagione da record: 80 medaglie vinte in ambito internazionale di cui 35 ori, 22 argenti e 23 bronzi.

In un’escalation continua di successi azzurri registrati nelle ultime stagioni, rimane evidente la vitalità delle categorie più giovani (esordienti, allievi e juniores, uomini e donne), dalla strada alla pista passando per il fuoristrada, che hanno conquistato ben 29 medaglie nella sola stagione 2018, contribuendo a portare la Maglia Azzurra suoi podi internazionali e ai più alti livelli competitivi.

Tra i presenti accolti dal presidente FCI Renato Di Rocco, il sottosegretario Simone Valente, il sottosegretario regionale Antonio Rossi e Anna De Censi per il Comune di Milano.

“Oggi festeggiamo un altro anno di grandi soddisfazioni, contrassegnato dal nuovo record di medaglie conquistate al livello europeo e mondiale. Ben 80 in tutte le categorie agonistiche, dagli esordienti all’Élite su Pista, Strada e Fuoristrada” le parole del presidente.

“Pensavamo lo scorso anno di aver raggiunto una vetta difficilmente superabile, invece siamo qui ad ammirare il nostro movimento azzurro da un livello ancora più alto per quantità e qualità di risultati. Aumentano gli ori, aumenta la nostra presenza al vertice delle specialità olimpiche.

La continuità e la costanza di questo trend di crescita ci conforta. Il metodo della multidisciplinarietà ha fatto breccia, le società lavorano in sinergia con i tecnici nazionali. Il gruppo degli atleti sotto osservazione e monitorati nel quadro del programma per l’individuazione e la valorizzazione dei talenti s’infoltisce. Sono stati coinvolti ben 462 atleti appartenenti a 216 società di 16 comitati regionali. 33 società sono straniere, un nuovo fenomeno che vede tanti atleti italiani avventurarsi per nuove esperienze e differente formazione. La concorrenza stimola ed il confronto ci appassiona”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery