Champions League – Ancelotti costruisce la ‘mentalità europea’ del Napoli: “adesso giochiamoci l’Europa League”

ancelotti Cafaro/LaPresse

Napoli ko a Liverpool e addio Champions League. Ancelotti resta ottimista e chiede ai suoi di giocare un’Europa League da protagonisti

Sconfitta che fa male quella del Napoli ad Anfield. Partenopei ko per 1-0 con l’unico risultato che, in caso di sconfitta, li avrebbe ‘retrocessi’ in Europa League. Sconfitta che lascia l’amaro in bocca, ma che concede l’opportunità di giocare un’Europa League da protagonisti. Il Napoli, con una rosa più profonda rispetto a quella del passato, può giocare sia in Serie A che in Europa da protagonista. Lo sa bene Ancelotti che a Sky Sport spiega:  “dobbiamo accettarlo, anche se dispiace molto. Abbiamo fatto tutto ciò che era nelle nostre possibilità in tutte e sei le partite, forse anche qualcosa in più. Non c’è rammarico. E’ mancato poco, ma questa amarezza ce la portiamo in Europa League, con la consapevolezza di poter fare bene e dire la nostra. E’ una competizione meno importante della Champions League, ma per noi è importante. E’ mancata un po’ di lucidità nella costruzione, legata ad una pressione fortissima del Liverpool. La partita era iniziata bene. Nel secondo tempo è stata una partita meno ordinata, le opportunità per metterla dentro ce l’avevamo. Avevamo necessità di fare un gol e per questo ci siamo sbilanciati.

Io dico che se il Liverpool avesse avuto bisogno di due gol li avrebbe fatti. Dico che non dobbiamo avere rimpianti, abbiamo fatto il massimo, ci è mancata un pizzico di buona sorte e questa tornerà in Europa League.

Abbiamo avuto qualche opportunità. Milik in quel caso ha fatto un controllo straordinario. Non devo dire nulla a nessuno. Mi sono piaciuti tutti in tutte e sei le partite. Giochiamo contro i vicecampioni d’Europa, era normale avere qualche difficoltà.

Sono contentissimo di quanto fatto dalla squadra. Onestamente abbiamo fatto tutto ciò che era nelle nostre possibilità per superare questo turno, era difficilissimo. Siamo arrivati a giocarcela fino all’ultimo secondo

Siamo tutti dispiaciuti, ma il dispiacere ci farà essere più determinati in Europa League, in cui vogliamo essere protagonisti fino alla fine“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Mirko Spadaro (15345 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery