Volley, una bella Banca Valsabbina ruota tutta e vince 4-1 il test col Club Italia

Banca Valsabbina Millenium Savallese Brescia Credits: Rmc Sport

Buon test match per Brescia, che gira tutta rosa e ben figura sul parquet del Pavesi di Milano. Miniuk top scorer con 17 punti, Pietersen in campo tutto l’allenamento con 13 punti.

Banca Valsabbina schiera Di Iulio in cabina di regia, opposta a Bartesaghi, Pietersen e Rivero in banda, Washington e Miniuk al centro, Parlangeli libero. Non sono disponibili Villani per un leggero risentimento e Norgini per indisposizione.
Coach Bellano parte con Morello in palleggio, opposta a S. Nwakalor, Populini e Battista in banda, Fahr e Kone, De Bortoli libero.

A partire meglio è il Club Italia, che si porta 6-3 con un diagonale di precisione di Nwaklor, Pietersen accorcia le distanze con un ace. Populini fa male al servizio ma Rivero schiaccia forte (9-8), un attacco errato e un muro di Bartesaghi regalano il primo vantaggio a Brescia. coach Bellano chiama tempo sul 9-11 per riordinare le sue. Il break delle locali spiazza Di Iulio e compagne (14-12), e Mazzola chiama in causa Biava. Pieterse suona la carica accorciando 16-15 (Rientra Rivero per Biava). Doppio cambio per Mazzola che inserisce Nicoletti e Manig, la prima si mette subito in evidenza, ma le azzurre restano avanti di una lunghezza finché Bartesaghi (rientrata con la chiusura del doppio cambio) pareggia da posto 4 a quota 19. Sulla palla successiva Mazzola chiama tempo, e immediatamente la Banca Valsabbina mette il turbo: 21-24. Le Leonesse però prendono un’imbarcata inaspettata (25-24). Pietersen e Bartesaghi regalano un’altra palla set prontamente annullata da una palla sporca delle locali. Il set si prolunga, Miniuk mura ma Fahr replica in primo tempo (28-28). Un errore in attacco di Millenium regala il set 31-29.

Mazzola conferma il sestetto del primo parziale, mentre Bellano inserisce Panetoni per De Bortoli e Omoruyi per Populini. Si inizia in equilibrio 4-4 e 6-6 con in evidenza Pietersen e Bartesaghi. La contesa non trova padrone (9-9), finché due super muri di Washington griffano l’allungo 10-14 e rientra Populini per le avversarie. Brescia è più precisa e ordinata (11-17) e Mazzola utilizza ancora il doppio cambio con Manig e Nicoletti, che da i suoi frutti (12-20) e il team di casa è costretto al tempo discrezionale e inserisce Scola per Morello in regia. Dentro Biava per Pietersen sul 15-23, Rivero scaglia un siluro del 15-24, e un’incomprensione del Club Italia pone fine al set 15-25.

Terzo frangente con in campo Biava per Rivero e Nicoletti per Bartesaghi sul fronte bresciano, mentre per il Club Italia sul parquet ci sono Scola, Nwakalor, Populini, Omoruyi, Fahr e Kone. Le azzurre sembrano partire meglio (5-4). Pietersen lancia la Banca Valsabbina in un nel break di 1-4. Due errori delle padrone di casa lasciano avanti Millenium di tre lunghezze e Miniuk piazza il muro del +4 che induce Bellano al tempo. Biava attacca d’astuzia e poi mura per il 9-15. Il punto successivo Mazzola concede riposo a Di Iulio e inserisce Manig e poco dopo Veglia per Washington. Il Club Italia, che da spazio a Morello e Malual, prova il tutto per tutto per rientrare ma Parlangeli fa la formica atomica e si esalta in difesa. Brescia amministra il vantaggio, anche se con un piccolo brivido finale: 23-25.

Nel quarto frangente Mazzola schiera Manig opposta a Nicoletti, Biava e Pietersen come ali, Miniuk e Veglia al centro, Parlangeli libero. Sulla sponda del Club Italia troviamo in campo Battista e Linda Nwakalor. Parte bene la Banca Valsabbina, che allunga e sfrutta i centimetri di Miniuk a muro, come le rasoiate offensive di Biava e Nicoletti. Il break di 2-3 punti è custodito gelosamente da Veglia e compagne fino al 16-18. Battista in diagonale accorcia le distanze e un errore di Rivero in attacco dona il pareggio a quota 18. Sylvia Nwakalor tiene in scia le locali, che pescano poi l’ace del pareggio con Battista 21-21, e un pasticcio di Brescia concede il vantaggio 22-21. Si viaggia punto a punto e infine Brescia trova il guizzo del 25-27.

Nel quinto set, giocato indipendentemente dal punteggio e a 25, parte decisa la Banca Valsabbina Millenium, con una Biava ispirata (6-10). Le avversarie rosicchiano qualche punto e Mazzola inserisce la giovane Anna Bagozi dal vivaio Millenium. Brescia prosegue la sua marcia senza intoppi, mantenendo qualche punto di distacco dalle giovanissime azzurre. Un muro di Veglia da il 19-23 a Brescia, un attacco dalla seconda linea di Nicoletti il 21-24, un attacco out azzurro pone fine al match 21-25.

Club Italia Crai: Battista 8, Malual 10, Pietrini ne, Morello 4, Kone 14, Omoruyi 12, De Bortoli (L), Populini 7, Fahr 10, Panetoni (L), Nwakalor S. 9, Scola 1, Nwakalor L 3. Allenatore: Massimo Bellano. Assistente: Fanni Michele.

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Biava 9, Rivero 6, Manig 2, Di Iulio 1, Pietersen 13, Parlangeli (L), Washington 10, Bartesaghi 8, Nicoletti 12, Veglia 6, Miniuk 17. Allenatore: Mazzola Enrico. Assistente: Zanelli Marco.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Francesco Gregorace (9968 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 28 maggio del 1987, giornalista pubblicista dall'anno 2017


FotoGallery