Usain Bolt non si abbatte: “diventerò un calciatore professionista”

Bolt PETER PARKS / AFP

Usain Bolt dopo la delusione con i Central Coast Mariners ci riproverà a diventare un calciatore professionista

L’ex velocista Usain Bolt è fermamente convinto di poter diventare un calciatore professionista nonostante la fine prematura della sua avventura in un club australiano: “Ho ancora delle possibilità“, ha detto il campione giamaicano dopo aver chiuso, senz aun accordo sul contratto, il suo periodo di prova con i Central Coast Mariners, club della A-League australiana. Secondo quanto riferito dai media, il club gli averbbe offerto solo una minima parte dei 2 milioni di dollari che i suoi manager stavano cercando di ottenere. “È triste che non abbia funzionato”, ha detto il detentore del record mondiale dei 100 e dei 200 metri al quotidiano Herald Sun di Melbourne. “Ma ci siamo lasciati bene e questa è una buona cosa. E’ stata una grande esperienza con loro. I ragazzi erano fantastici. Non siamo riusciti a risolvere le cose legate al contratto, ma spero di avere un’altra possibilità con un’altra squadra”, ha detto Bolt. Alla domanda se avrebbe continuato a perseguire la sua ricerca di diventare un calciatore professionista nonostante la battuta d’arresto, il 32enne ex sprinter ha dichiarato: “Di sicuro. Vedremo cosa succede. Penso che diverse persone stiano ancora contattando il mio agente sulle opportunità da proporre, quindi vedremo in che direzione si andrà. Per me, ce ne sono ancora. Stavo migliorando molto, come si può vedere paragonando la prima e l’ultima partita, sono davvero migliorato ed ho fatto meglio. Ho imparato che è difficile, ma è tutto basato sulla dedizione e sul lavoro con la squadra”. Inoltre Bolt è stato sollecitato dal presidente della Federcalcio giamaicana a tornare a casa e giocare per un club locale, con la prospettiva di poter essere convocato per sfide internazionali con la Nazionale. (Spr/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery