Turchia-Svezia, bufera sull’arbitro della gara: “ci ha promesso due rigori”

Turchia-Svezia, le rivelazioni del centravanti svedese Berg hanno fatto infuriare la Nazionale turca che adesso minaccia denunce

Turchia-Svezia è una gara destinata a far discutere a lungo. La Svezia ha vinto in trasferta per 1-0, grazie ad un calcio di rigore che ha scatenato il caos. Passando ai fatti, ecco quanto accaduto. Il direttore di gara nel primo tempo ha negato un penalty a Berg, centravanti svedese, il quale ha rivelato ad Aftonbladet un colloquio con l’arbitro Istvan Kovacs negli spogliatoi durante l’intervallo: “A fine primo tempo sono andato a parlare con l’arbitro per protestare per un fallo da rigore che mi hanno fatto e che lui non ha segnalato. Ci siamo seduti nello spogliatoio, io gli ho spiegato il mio punto di vista e lui mi ha fatto una promessa: ‘Vado a rivedermi le immagini, se dimostrano che ho sbagliato nell’azione per cui stai protestando, ti do due rigori nel secondo tempo’”. In parte questa scandalosa promessa si è verificata, dato che nel secondo tempo la Svezia ha vinto la gara proprio grazie ad un rigore. Berg ha dunque proseguito: “Ce ne ha dato uno solo, ma abbiamo vinto comunque quindi va bene così. E penso che anche quello concesso sia solare, anzi, avrebbe potuto anche darcene un altro”. Inutile dire che la Turchia è furibonda e minaccia denunce.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery