Coppa Davis – La verità di Zverev: “non ho firmato nessuna lettera. Non esiste che io giochi a novembre”

Photo by Johannes EISELE / AFP

Alexander Zverev conferma il suo rifiuto a partecipare alla Coppa Davis, ma nega di aver firmato la fantomatica ‘lettera’ di protesta inviata dai giocatori all’ITF

Il nuovo format di Coppa Davis, promosso da Gerard Piquè e dall’azienda Kosmos, ha fatto storcere il naso a diversi giocatori. Partecipare al torneo nel mese di novembre è un’eventualità che tanti tennisti avrebbero già scartato a priori, poichè toglie del tempo prezioso alla offseason. Secondo L’Equipe, alcuni top player avrebbero inviato una lettera all’ITF (International Tennis Federation) per rendere nota la scelta di non partecipare al nuovo format del torneo per l’edizione 2019. Interrogato in merito alla vicenda, Alexander Zverev, uno dei principlai ‘oppositori ‘ al nuovo forma di Coppa Davis, ha deciso di fare chiarezza. Il tedesco ha spiegato che non parteciperà, ma giura di non sapere nulla di alcuna lettera: “una lettera all’ITF? Non ho firmato nulla. E non ne ho sentito neanche parlare. Tutti voi comunque sapete che cosa pensi di questo progetto. Non ci sono possibilità che io giochi a novembre. Ho bisogno di una vacanza e di prendermi del tempo per preparare il mio fisico alla prossima stagione. So anche che la maggior parte dei migliori giocatori la pensa come me. Ma una lettera… no, non so proprio di cosa stiate parlando”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery