Scacchi – Pari anche la terza partita dei Mondiali di Londra: Caruana passivo, ma Carlsen non passa

Apertura ‘Siciliana’, alla fine Caruana cede un pezzo per entrare in un finale pari teorico alla terza partita dei Mondiali di Londra

Termina in parità dopo poco più di 4 ore di gioco e 48 mosse la terza partita del mondiale di scacchi in corso a Londra. Una partita che ha offerto poche emozioni, ma che ha visto un Caruana piuttosto passivo. Pur avendo infatti il ‘vantaggio del tratto’ Fabiano ha lentamente ceduto l’iniziativa all’avversario, che però non ha trovato il modo per sfondare. Iniziata con l’apertura del Pedone di Re avanzato di due caselle da parte di Caruana e la scelta della Difesa Siciliana da parte di Carlsen (un omaggio alle origini della famiglia di Fabiano da parte paterna?) la partita è proseguita su un piano di parità con leggera preponderanza del norvegese. Alla fine ‘colpo di teatro’: Caruana ‘sacrifica’ il Cavallo su un Pedone avversario, resta con il solo Re contro Re, Alfiere e Pedone dell’avversario, ma il Pedone è su colonna di Torre e l’Alfiere non controlla la casa di promozione (“Alfiere cattivo” come è definito nel gergo scacchistico). La posizione così è pari come dimostrato già da vari secoli dagli analisti.

Domani quarto incontro, sarà Carlsen a guidare i pezzi bianchi. Il Mondiale giunge ad un terzo del suo cammino.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery