Rugby, Marco Fuser lancia l’Italia: “match duro con la Georgia, ma ne conosciamo l’importanza”

ALFREDO FALCONE

Il giocatore della Nazionale italiana di rugby ha presentato la sfida che gli azzurri giocheranno contro la Georgia sabato

Primo giorno al completo per la Nazionale Italiana Rugby a Firenze. Gli Azzurri nella mattinata odierna hanno svolto lavoro in palestra mentre nel pomeriggio si sono spostati al “Ruffino Stadium Mario Lodigiani” per l’allenamento sul campo.  Nel capoluogo toscano l’Italia affronterà la Georgia sabato 10 novembre allo Stadio “Franchi” alle 15, partita che sarà trasmessa in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre.

Marco Fuser, nel consueto incontro con i giornalisti, ha analizzato il primo test match di novembre giocato contro l’Irlanda lo scorso sabato negli USA: “Nel secondo tempo il nostro approccio non è stato dei migliori. Abbiamo commesso errori e non siamo riusciti a reagire come nella prima frazione dove abbiamo espresso un buon gioco, una buona difesa e mostrato una buona disciplina. Dobbiamo lavorare su tutto quello che non ha funzionato contro l’Irlanda analizzando nel dettaglio il match di Chicago”.

“Contro la Georgia dobbiamo ripartire dal nostro primo tempo contro l’Irlanda. Abbiamo lavorato bene in mischia, uno dei punti forti dei nostri prossimi avversari. Sarà un match duro, molto fisico di cui conosciamo molto bene l’importanza” ha concluso la seconda linea del Benetton Treviso e dell’Italia.

“Sono contento di essere a Firenze con la Nazionale – ha dichiarato Tommaso Castello, al rientro nel gruppo Azzurro dopo il raduno di Verona – e di potermi allenare con i miei compagni. Parte della squadra è rientrata ieri da Chicago e oggi abbiamo svolto i primi allenamenti settimanali insieme. Abbiamo analizzato la partita contro l’Irlanda: ora il nostro focus è tutto sul prossimo match”.

“Sabato sarà al tempo stesso una partita molto dura, importante e di cui se ne parla da molto tempo. Vogliamo dimostrare a tutti il nostro vero valore. Entrambe le squadre hanno una grande motivazione nel centrare un risultato positivo. Dal punto di vista nostro metteremo in campo tutta la nostra voglia di riscatto” ha concluso il centro di Italrugby e capitano delle Zebre.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery