Pallavolo – Serie A1 femminile: va in scena la quarta giornata, ‘riposano’ le tre squadre imbattute

Filippo Rubin

Si torna in campo per la quarta giornata del campionato di Serie A1 femminile, turno di riposto per Busto Arsizio

Ferme le tre uniche squadre imbattute del torneo, la 4^ giornata della Samsung Volley Cup di Serie A1 Femminile con tutta probabilità accorcerà le distanze in classifica. Turno di riposo per la Unet E-Work Busto Arsizio, capolista insieme alla Igor Gorgonzola Novara che sabato sosterrà l’impegno della Supercoppa Samsung Galaxy A in casa dell’Imoco Volley Conegliano, dietro tre lunghezze in Campionato ma con una partita in meno.

Così Savino Del Bene ScandicciPomì Casalmaggiore e Banca Valsabbina Millenium Brescia avranno l’opportunità, con una vittoria piena, di raggiungere la vetta.

Le toscane di Carlo Parisi ospiteranno il Club Italia Crai. Dopo il ko interno con Novara, Lucia Bosetti e compagne si sono riscattate a Chieri con un successo limpido e vanno alla ricerca del primo successo casalingo. La formazione federale che arriverà a Scandicci, però, è in crescita e proverà a rendere la vita difficile alle più titolate avversarie, pur senza l’apporto dell’infortunata Marina Lubian: “Questa settimana è stata proficua ed è andata bene – spiega il tecnico del Club Italia Crai, Massimo Bellano – come era già accaduto nei tre allenamenti che avevano preceduto la sfida con Brescia. Abbiamo faticato un po’ a trovare il ritmo dopo un’estate così intensa come è stata quella appena trascorsa, ma ora la qualità del lavoro in palestra è buona. Sicuramente i frutti si vedranno tra un po’, ma siamo soddisfatti di come riusciamo a lavorare negli ultimi giorni. Quella di domenica sarà una partita difficile perché Scandicci è una delle tre squadre più forti del Campionato. Sicuramente per noi sarà un’importante occasione di confronto per migliorarci e per aiutare le ragazze a capire appieno cosa incontreranno anche in futuro disputando la massima serie. Certamente siamo curiosi di vedere cosa accadrà anche se il resto lo dirà il campo”.

Le rosa di Marco Gaspari, forti di due affermazioni consecutive, attendono al PalaRadi la Bosca S.Bernardo Cuneo, che ha cominciato il primo Campionato di Serie A1 della propria storia con il giusto piglio. “Sarà una gara difficile – spiega il libero della Pomì, Ilaria Spirito –  perché sicuramente loro saranno agguerrite vista la sconfitta nell’ultima partita e noi dovremo restare sempre concentrate in tutti i momenti della gara in modo da non avere quei blackout che abbiamo spesso ad un certo punto del set. Giocare in casa ci aiuterà tantissimo e non vediamo l’ora di tornare nel palazzetto che ci ha accompagnate nella vittoria di giovedì scorso”. “Sarà di certo emozionante ritrovare il caloroso pubblico del PalaRadi – racconta Marina Zambelli, centrale di Cuneo l’anno scorso in rosa -: una tifoseria numerosa, coinvolgente e, soprattutto, educata. A Casalmaggiore mi sono trovata bene, un ambiente famigliare dove tutti mi hanno voluto bene. Al fischio d’inizio, però, metterò da parte le emozioni e penserò solo al presente. Per noi non sarà facile: arriviamo da una sconfitta che ci ha tolto qualche certezza e le rivali sono sulla carta superiori ma è proprio contro queste squadre che dobbiamo trovare maggiori stimoli”.

Infine le bresciane di Enrico Mazzola, anch’esse reduci da due successi di fila, se la vedranno in trasferta contro la Lardini Filottrano. Un match che si preannuncia equilibrato, come evidenzia Luca Chiappini, coach delle marchigiane: “Affrontiamo questa gara con la serenità che scaturisce dalla consapevolezza dei nostri mezzi. Arriviamo a questo appuntamento in buone condizioni, sia mentali che fisiche. Brescia è una squadra che difende molto, ha un servizio insidioso ed ha attaccanti che stanno facendo bene. Ha un sistema di gioco consolidato ed è arrivata al campionato giocando tanto. Noi stiamo rodando diversi aspetti del gioco, da questo punto di vista le prime due partite di campionato ci hanno aiutato. L’obiettivo è scendere in campo con la stessa aggressività che abbiamo messo nelle precedenti gare. Dovremo essere pazienti e intelligenti proprio per questa grande capacità difensiva che ha la squadra bresciana”.

Proverà a invertire la rotta la Saugella Team Monza, in arrivo da due ko contro Busto Arsizio e Conegliano e desiderosa di rialzarsi nell’appuntamento della Candy Arena contro la Reale Mutua Fenera Chieri. Dopo aver svolto la prima settimana di lavoro piena e al completo (nonostante l’assenza di Buijs), le brianzole proveranno quindi ad ottenere tre punti importanti per rilanciarsi in classifica e non perdere terreno con le prime piazze. “Affrontiamo Chieri con grande determinazione – le parole del libero Chiara Arcangeli -. Pur essendo una neopromossa, infatti, ha ottime giocatrici nel suo roster. Ci siamo allenate tanto in questa settimana, sfruttando al massimo la prima vera occasione di lavoro continuo al completo. Anche se con la palleggiatrice giocavamo dalla passata stagione, infatti, c’era bisogno di trovare alchimia con le nuove compagne. L’attacco è ancora un fondamentale in cui possiamo migliorare molto e ci stiamo lavorando. Anche il muro-difesa sarà un aspetto su cui poter costruire il nostro gioco. In ogni caso sentiamo che stiamo crescendo. Con pazienza riusciremo ad essere incisive al massimo”. “Monza è una squadra con un organico importante dove spiccano nomi quali Ortolani, Adams e Orthmann – rileva Marco Sinibaldi, vice di coach Secchi -. Sarà una trasferta difficile, in un palazzetto grande dove bisognerà trovare i riferimenti giusti. Noi dovremo scendere in campo pensando a noi stessi. Una delle chiavi per poter portare a casa qualche punto sarà rischiare di più, soprattutto in attacco e al servizio”.

Alla ricerca dei primi punti in Campionato è la Zanetti Bergamo, che si esibirà nel suo PalaNorda contro Il Bisonte Firenze. Le orobiche cercano un nuovo inizio. Dopo la falsa partenza dell’avvio di stagione, si presenta di fronte al suo pubblico con la fame, la voglia e la determinazione di chi vuole cancellare e ricominciare. “Dovrà essere la partita della svolta – il grido di battaglia della centrale rossoblù Rossella Olivotto -, quella che ci farà tornare fiducia nei nostri mezzi. Speriamo di esprimere la pallavolo che sappiamo, perché noi sappiamo giocare diversamente, non come le ultime tre partite”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery