Pallavolo – CEV Cup femminile: Busto Arsizio non dà scampo al Dresdener, tie-break fatale alle tedesche

La Yamamay E-Work Busto Arsizio supera il Dresdner al tie break nell’andata dei sedicesimi di finale

Esordio vincente per la Yamamay E-Work Busto Arsizio nella nuova edizione della CEV Cup: al termine di una lunga battaglia, le bustocche si sono imposte per 3-2 sulle tedesche del Dresdner SC nella gara di andata dei sedicesimi di finale. La partita non ha risparmiato emozioni ai tifosi accorsi al PalaYamamay per sostenere le “farfalle”: dopo aver vinto il primo set, la squadra di Marco Mencarelli ha sfiorato una clamorosa rimonta nel secondo, arrendendosi solo ai vantaggi. Nel quarto parziale è stato invece il Dresdner a recuperare un largo svantaggio (19-12), portando il match al tie break, che però è stato dominato dalle padrone di casa e chiuso da un attacco di Beatrice Berti. L’esito della doppia sfida resta dunque apertissimo in attesa della gara di ritorno, in programma in Germania mercoledì 5 dicembre alle 19.

La vittoria della UYBA è arrivata contro una squadra davvero ben organizzata e sostenuta principalmente dalle iniziative dell’opposto Stigrot e della centrale Planinsec (entrambe 21 punti a tabellino). Le farfalle, senza Bonifacio a riposo per un leggero indolenzimento muscolare, hanno faticato a trovare il giusto equilibrio in campo, anche con Piani inserita per Grobelna a metà del secondo set. Buono il lavoro delle centrali bustocche (Botezat 13 e Berti 12), con Herbots top scorer con 21 e Gennari brillante con il 54% offensivo e decisiva al quinto (17 punti totali per lei).

Nel primo set l’avvio è equilibrato fino al primo break firmato Grobelna (7-5); Planinsec pareggia presto (7-7), attacca e realizza l’ace del sorpasso tedesco (9-10). Orro e Grobelna ribaltano (11-10), ma poi l’opposto belga regala l’11-12 alle ospiti, che allungano con Mrdak (11-13). Herbots e Gennari ci mettono una pezza (13-13), con Grobelna che tira l’attacco del nuovo vantaggio UYBA (14-13); Botezat col servizio propizia il 16-14 e realizza direttamente il 17-14 (time-out Dresda), Berti in fast mette a terra il +4 (19-15). Dopo il 20-16 di Orro e il time-out di Waibl, l’ace di Segura riapre i giochi (21-19 tempo Mencarelli), ma Herbots passa per il 23-20, Botezat conquista tre set-ball (24-21), Gennari chiude 25-21.

Secondo set: Waibl riparte con Schwabe per Radosova e la nuova entrata si mette subito in luce da posto 4 (3-5), mentre Grobelna spara largo il 3-6 e il muro di Segura fa interrompere il gioco a Mencarelli (3-7). Herbots trova cambiopalla (4-8), ma Mrdak allunga (4-10) e una positiva Stigrot induce ancora la UYBA al time-out (4-11); Botezat e Gennari cercano di dare la scossa (7-12), Herbots trova il -4 (9-13), ma la solita Stigrot fa volare il Dresdner (10-15). Sull’11-16 Mencarelli inserisce Piani per Grobelna, ma le ospiti hanno cambiopalla sempre veloce con Schwabe, che realizza anche l’ace del 13-19. Il muro di Orro e l’attacco di Piani (ottima anche dai 9 metri) riaccendono la speranza (17-20 tempo Waibl), Gennari affonda il -2 (18-20). Planinsec stacca ancora (18-22), ma Piani (doppietta) ed Herbots non ci stannno (21-23 tempo Dresdner). Berti mura il -1 (22-23) ed attacca in fast il pari 23, Stirgot risponde con il 23-24 e l’invasione tedesca porta al 24-24. Ai vantaggi decide Mrdak (24-26).

Terzo set: Mencarelli lascia in campo Piani, mentre Schwabe in pallonetto lancia subito il Dresdner (2-4); Botezat rimette tutto a posto con due ace (6-5), Segura attacca lungo il 7-5 e Waibl chiama tempo. Il muro di Orro dà fiducia alla UYBA (9-7), che allunga anche grazie all’errore di Stigrot (11-8). Segura realizza la doppietta dell’11-10, Planinsec due ace in fila per il 12-13, fino al cambiopalla firmato Herbots (13-13); si prosegue in parità (15-15 Piani), poi Berti realizza due muri che fanno interrompere il gioco a Waibl (17-15 dentro Radosova per Segura). L’ace di Botezat dà ulteriore forza alle farfalle (19-15), ma il servizio vincente di Von Romen fa chiamare tempo a Mencarelli (20-18). Segura e Stigrot ci credono (22-20), Schwabe mura il -1 (22-21 ancora time-out UYBA), ma Botezat risponde con la stessa moneta (23-21); Stigrot spara sull’asticella il 24-21, Herbots chiude 25-22.

Quarto set: Dresdner si affida dopo pochi punti a Radosova per Segura (4-4), mentre la UYBA cerca di staccare subito con Botezat e Piani (6-4); Berti sfrutta il buon servizio di Botezat per fare 8-5 (time-out Waibl), Gennari è continua da posto 4 (10-8), Herbots con il mani-out fa 11-8, Radosova regala il 12-8. Gennari firma l’ace del 13-8 (tempo Waibl), sui servizi di Meijners (entrata all’uopo) Herbots fa tripletta (16-9) e Botezat mura il 17-9. Segura prova la mission impossible (19-15), Schwabe fa -3 (19-16), Planinsec mura due volte per il -1 (20-19  time-out UYBA); Schwabe trova il pari sul 21, Planinsec mura due volte e sorpassa (22-23 rientra Grobelna), Herbots spara lungo il 23-24, Mrdak mura il 23-25 finale.

Quinto set: Mencarelli riparte con Piani in due ed Herbots prova a dare la scossa con l’attacco del 5-3; Botezat allunga e conferma il +3 (6-3, 7-4), mentre Herbots risponde a Planinsec e fa girare le squadre sull’8-5. Non è finita perchè Segura e Stigrot recuperano (9-8), poi Gennari (attacco e muro) respinge la minaccia (11-8 tempo Dresdner). La capitana va segno anche per il 12-9, Piani fa 13-9, Berti la chiude (15-10).

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA
Marco Mencarelli (allenatore Yamamay E-Work Busto Arsizio): “Una vittoria per cui sono molto felice. Sapevamo che sarebbe stata durissima, il Dresdner non è primo in classifica in Germania per caso; è una squadra solida, che con il suo muro-difesa diventa fastidiosa, un po’ come noi facciamo nel campionato italiano. Noi siamo andati un po’ in difficoltà in ricezione, diventando prevedibili in attacco e quindi agevolando loro il compito. Sul 19-12 del quarto set c’è stato un black-out soprattutto mentale: loro hanno forzato parecchio il servizio, cogliendoci impreparati in quel frangente. In attacco dovevamo però cercare qualcosa di diverso, prendendoci qualche rischio in più”.

IL TABELLINO
Yamamay E-Work BUSTO ARSIZIO – DRESDNER SC 3-2 (25-21, 24-26, 25-22, 23-25, 15-10) – Yamamay e-work BUSTO ARSIZIO: Herbots 19, Grobelna 3, Gennari 14, Orro 4, Berti 10, Botezat 11, Leonardi (L), Peruzzo, Meijners. Non entrate: Cumino, Bonifacio. All. Mencarelli. DRESDNER SC: 1, Stigrot 19, Segura 11, Radosova, Mrdak 11, Planinsec 20, Benson (L), Petter (L), Mollers. Non entrate: Wezorke, Maase, Korhonen, Weitzel. All. Waibl. ARBITRI: Partiainen, Grabovsky. NOTE – Durata set: 23′, 29′, 27′, 30′, 14′; Tot: 123′.

I RISULTATI
La vincente della doppia sfida tra Yamamay E-Work Busto Arsizio e Dresdner SC se la vedrà negli ottavi di finale con TJ Ostrava (Repubblica Ceca) o UVC Holding Graz (Austria): nell’incontro di andata le ceche si sono imposte con il punteggio di 3-2 (28-26, 16-25, 18-25, 25-15, 15-9), rimandando il verdetto alla gara di ritorno in programma giovedì 6 dicembre a Graz.

LA FORMULA DELLE COMPETIZIONI
Sia Cev Cup che Challenge Cup prevedono turni a eliminazione diretta dai sedicesimi fino alla finale. Ogni confronto si disputa su gare di andata e ritorno e a passare il turno sarà la formazione che avrà guadagnato più punti nel doppio scontro (considerando che i risultati di 3-0 e 3-1 assegnano tre punti a chi vince e zero a chi perde, mentre il 3-2 assegna due punti a chi vince e uno a chi perde).

LE DATE
Sedicesimi di finale: andata 27-29 novembre, ritorno 4-6 dicembre
Ottavi di finale: andata 18-20 dicembre, ritorno 22-24 gennaio
Quarti di finale: andata 5-7 febbraio, ritorno 12-14 febbraio
Semifinali: andata 26 febbraio, ritorno 5 marzo
Finale: andata 19 marzo, ritorno 26 marzo.

 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery