Nuoto, la FIN difende Magnini: “nella sua carriera si è sempre dimostrato un esempio per tutto il movimento”

Filippo Magnini LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

La Federazione ha emesso un comunicato per esprimere la propria posizione in relazione alla squalifica di Magnini

La Federnuoto esprime fiducia negli organi preposti a prevenire, combattere e perseguire il doping. Il percorso giudiziale che coinvolge Filippo Magnini e Michele Santucci ha espresso solo il primo verdetto e potrebbe proseguire. Pertanto la Federnuoto chiede il massimo rispetto nei confronti degli atleti, auspicando che riescano a dimostrare la loro estraneità alla vicenda in ulteriori sedi“.

E’ la nota della Federazione italiana nuoto in merito alla sentenza del Tribunale nazionale antidoping che ha squalificato per 4 anni il due volte campione del mondo (2005 e 2007) dei 100 stile libero Filippo Magnini e il suo ex compagno di Nazionale Michele Santucci per ‘uso o tentato uso di sostanze dopanti’. “La Federnuoto ricorda altresì come Magnini sia stato – nel corso della sua straordinaria carriera – un esempio per tutto il movimento, nonché uomo simbolo dello sport italiano e della lotta al doping. Si coglie l’occasione per ribadire l’impegno della Federazione Italiana Nuoto per affermare e tutelare lo sport pulito e nel trasmettere i principi di lealtà e probità, condivisione, aggregazione e integrazione nel nostro Paese che conta oltre 5.000.000 di praticanti” conclude il comunicato della Fin. (ADNKRONOS)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery