NBA – Irving attacca Jamal Murray: “quella stronzata non doveva farla, ecco perchè ho tirato la palla in tribuna”

NBA LaPresse/Reuters

Animi caldi nel finale della partita fra Nuggets e Celtics: Kyrie Irving critica Jamal Murray dopo il tiro nei secondi finali a partita già chiusa

Momenti di tensione al Pepsi Center di Denver, durante la sfida tra Nuggets e Celtics. Protagonisti di una particolare diatriba, avvenuta dopo il suono della sirena, sono stati Kyrie Irving e Jamal Murray, dopo che la guardia dei Nuggets ha provato a segnare, negli ultimi secondi del quarto quarto, i due punti che gli mancavano per raggiungere quota 50. L’episodio non ha fatto piacere ad Irving, in quanto è regola non scritta in NBA che, se la squadra in svantaggio non possa più recuperare, l’ultimo possesso non venga giocato. Al termine della partita, Irving ha raccolto il tiro sbagliato di Murray scagliando via il pallone sugli spalti, per poi dichiarare: “a chi non darebbe fastidio? Voglio dire, se avesse subito un fallo, fosse andato in lunetta… niente da dire. Non è il caso di farne un dramma, comunque. Ero solo arrabbiato per la sconfitta. Ora mi sono calmato, andiamo avanti. Complimenti a Murray che ha giocato bene. La nostra difesa deve migliorare, soprattutto sul pick and roll e soprattutto contro giocatori come Jamal. Oggi ha segnato tiri difficili, da fuori ed in entrata, ci ha fatto diventare matti. Ma quella stronzata non avrebbe proprio dovuto farla. Così ho tirato la palla in tribuna perché la cosa si notasse”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery