Napoli, vittoria da pallanuoto a Genova: quando meteo e buon senso non vanno di pari passo ‘affoga’ lo spettacolo

Genoa vs Napoli Tano Pecoraro/LaPresse

Nella piscina del Luigi Ferraris, il Napoli supera il Genoa 2-1: la forte pioggia limita le due squadre e ne fa le spese lo spettacolo

La pioggia ha deciso di essere la vera protagonista del sabato calcistico in tutto il mondo. In quel legame storico che unisce Genoa all’Argentina, ricordiamo il soprannome ‘Xeneizes’ – ‘Genovesi’ del Boca Juniors, tanto in sudamerica quanto in Italia, la pioggia priva i tifosi dello spettacolo di due belle partite. Se però in Argentina, il Superclasico della finalissima di Copa Libertadores fra Boca Juniors e River Plate, è stato rinviato a domani, al Luigi Ferraris di Genova si è giocato ugualmente sotto il diluvio.

Genoa vs Napoli

Tano Pecoraro/

La partita è stata temporaneamente interrotta nel momento in cui la pioggia è stata più forte, ma lo stop è durato poco più di una decina di minuti. Il vero problema è risultato essere però il campo ridotto ad una sorta di una piscina, con il pallone che fermava la sua corsa in quasi tutte le zone, impedendo una qualsiasi trama ragionata. La decisione di proseguire in maniera imperterrita, da parte dell’arbitro Abisso, ha fortemente ostacolato entrambe le squadre trasformando la partita in qualcosa che con il calcio ha avuto ben poco a che fare.

Fabian Ruiz

Tano Pecoraro/LaPresse

Pallone che slitta e poi si ferma, traiettorie che diventano infide per i portieri, sbattendo sull’acqua come nella pallanuoto, ma non solo: vedere una squadra come il Napoli, che fa del gioco palla a terra e del fraseggio i cardini del suo splendido gioco, costretto a lanciare la palla in avanti e poi rincorrerla, in stile rugby, è stato qualcosa di ignobile. La squadra di Ancelotti è comunque riuscita a nuotare fino ai 3 punti, arrivati grazie al gol di Fabian Ruiz, uno dei migliori in campo fra gli azzurri, che ha pareggiato l’iniziale vantaggio firmato da Kouame. Il gol del 2-1 porta invece la firma di Biraschi, autore di uno sfortunato autogol nei minuti conclusivi. Un finale ‘diversamente bello’ per una partita davvero brutta, rovinata sicuramente dal meteo, ma anche dal buon senso: se anche il Superclasico si può spostare al giorno successivo, giocare Genoa-Napoli, qualsiasi altro giorno, in condizioni migliori, non sarebbe stato certo un delitto.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery