MotoGp – Test Valencia, Valentino Rossi non nasconde la sua soddisfazione: “il motore nuovo più facile da guidare”

valentino rossi AFP/LaPresse

Valentino Rossi parla dopo la prima giornata di test a Valencia, il pilota italiano valuta il nuovo motore Yamaha in vista della prossima stagione

Ad appena due giorni dal Gp di Valencia, ultimo appuntamento del campionato mondiale di MotoGp 2018, va in scena la prima giornata di test sul circuito Ricardo Tormo in vista della prossima stagione. In questa occasione, i piloti hanno messo alla prova i nuovi motori mostrando difficoltà, ma anche buone sensazioni in sella alle loro due ruote. A fine giornata Maverick Vinales ha segnato il tempo più veloce, mettendo ‘in fila’ dietro di lui tutti i colleghi. Tra gli altri piloti, anche Valentino Rossi (terzo a fine giornata) ha trovato fin da subito un buon feeling con la sua moto. Il motociclista della Yamaha ha espresso a Sky MotoGp la sua soddisfazione.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Sono riuscito a provare il primo motore, sono abbastanza contento. – ha dichiarato il Dottore, che ha finito la stagione 2018 al terzo posto della classifica mondiale – Sono stato piuttosto veloce, mi sono trovato bene, la moto era anche più facile da guidare. Avevamo altre prove da fare ma siamo stati fermati dalla pioggia, in ogni caso la priorità era il test sul motore. La prima sensazione è che la moto sia più semplice perchè il motore aiuta sia in entrata sia in accelerazione. Le gomme scivolano abbastanza, ma come come primo giorno abbiamo fatto qualche miglioramento. Dobbiamo ancora lavorarci, è il nostro problema, ma siamo nella direzione giusta. Domani proveremo il secondo motore con le nuove specifiche. Il telaio? Non è la nostra priorità, da quel punto di vista la moto va bene. Avremo qualcosa di nuovo ma non quest’anno, l’anno prossimo”.

La sensazione è positiva non tanto per quello che hanno portato qua, – ha continuato Valentino Rossi a Motorsport – ma per l’impegno che ci stanno mettendo. Da venerdì sono arrivati molti ingegneri e secondo me c’è l’approccio giusto. Secondo me questi due test sono cruciali per lavorare bene a febbraio. Io e Maverick quindi dobbiamo dare le indicazioni giuste, ma è un buon primo giorno”.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Sugli ex piloti dell’Academy, poi il motociclista di Tavullia chiosa: “molto bene Morbidelli, mi sembra già molto a suo agio sulla moto. Anche psicologicamente è una bella spinta salire su una moto più competitiva. Può essere un aiuto avere un altro pilota che va forte, perché hai più dati e più idee su cui lavorare. Poi con Franco abbiamo un buon rapporto. Secondo me è andato molto bene anche Bagnaia, perché ha fatto 1’32″3 e l’ho visto guidare. Gli sono stato dietro e guida già forte. Penso che sarà già un bel problema l’anno prossimo. Ma pure Mir, sono già veloci”.

“Il test team nella MotoGP moderna è molto importante, soprattutto che giri in Europa. – ha commentato infine ValentinoIl nostro di solito lavorava in Giappone, ma là le piste sono molto diverse. Ed è molto importante avere un pilota come Folger, che ha talento ed ha già guidato la Yamaha, quindi la può portare al limite come i piloti ufficiali. Sono molto contento che siamo riusciti ad organizzarlo. Credo che Jonas oggi provato la moto con cui ho corso io domenica: questi due giorni a lui servono soprattutto per riprendere il feeling con la MotoGP, ma ci ha già dato delle indicazioni interessanti”.

Valuta questo articolo

3.0/5 da 2 voti.
Please wait...


FotoGallery