MotoGp, Valentino Rossi e quel retroscena su Pedrosa: “prima che debuttasse in classe regina, mi spaventava…”

valentino rossi AFP/LaPresse

Il pilota della Yamaha ha parlato in conferenza stampa del Gp di Valencia, soffermandosi anche sulla prossima stagione

Ultimo appuntamento della stagione di MotoGp, cala il sipario sul Mondiale 2018, dominato da Marc Marquez e dalla Honda. Prima di ripartire di slancio con i primi test del 2019 in programma martedì, c’è il Gp di Valencia da rispettare, una gara che molti piloti puntano a vincere per chiudere in bellezza un anno lungo e difficile.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Tra questi c’è senza dubbio Valentino Rossi, protagonista di una caduta fastidiosa a Sepang costatagli il successo a favore di Marquez: “quella in Malesia è stata una giornata emozionante e lunga, alla fine ero molto stanco perché abbiamo seguito Bezzecchi in Moto3 e abbiamo festeggiato la vittoria di Bagnaia e Luca in Moto2. Per la prima volta abbiamo vinto un campionato con la VR46 Academy, un’emozione difficile da spiegare. Anche la mia gara è stata buona, è stata la migliore della stagione perchè sono andato forte fin dall’inizio. Non c’è stato però un lieto fine, è stato un errore difficile da digerire. Ho spinto dal primo giro, ne mancavano solo 4 e mi son detto di stare calmo. Ho piegato un po’ di più in quella curva e son caduto, ma non ho capito perchè. L’importante comunque è capire qui a Valencia se siamo migliorati. E’ una pista difficile, così come lo saranno le condizioni meteo: dobbiamo però cercare di farci trovare pronti in qualsiasi situazione. Dopo la Thailandia siamo migliorati in velocità, Viñales ha vinto a Phillip Island e io ho sfiorato il successo a Sepang. Abbiamo tantissimo lavoro da fare durante l’inverno, spingeremo al massimo per avere qualcosa da testare. I prossimi mesi saranno fondamentali per capire se l’anno prossimo potremo essere competitivi. Questa stagione è stata molto simile alla scorsa, forse nel 2017 siamo andati un pochino meglio perché ad inizio stagione eravamo forti. In molte gare abbiamo faticato, a volte è stato complicato mantenere la giusta motivazione. Ad ogni modo, io mi diverto sempre e parto da casa sempre con umore positivo. Bisogna sempre cercare di lottare, cercando di fare il possibile per migliorare“.

pedrosa

AFP/LaPresse

In riferimento all’addio di Pedrosa, Valentino Rossi ha svelato qualche piccolo retroscena del loro rapporto: “con o senza Pedrosa mi sento vecchio comunque, quando è arrivato nel 2006 eravamo molto spaventati per via dei due titoli vinti in 250. Al debutto in MotoGp concluse al secondo posto, ma avrebbe potuto anche vincere. E’ stato un grande rivale per me, ricordo battaglie dure con lui, la più intensa quella di Brno nel 2006. Tra i ricordi più belli con lui c’è una chiacchierata che abbiamo fatto su un volo di ritorno dalla Malesia, Tito Rabat aveva vinto il campionato di Moto2 e Tito venne da noi per stare con noi. Festeggiammo e ricordo di aver parlato molto con Dani, fu davvero una bella serata. Credo che avrebbe meritato un campionato perché ha vinto oltre 50 gare, essendo super competitivo anche in MotoGp. Speravo che continuasse, è un pezzo importante del nostro ambiente e sicuramente ci mancherà”.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Per quanto riguarda i prossimi test di Valencia, Valentino Rossi ha espresso il suo punto di vista: “ci saranno due sessioni, una qui e una a Jerez, saranno importanti ma non eccessivamente, perché conterà più il lavoro che farà qui la Yamaha a febbraio. Bisogna migliorare motore ed elettronica, oltre al consumo delle gomme che quest’anno ci ha dato davvero filo da torcere. Dovremo lavorare intelligentemente, c’è un gap da ridurre e speriamo l’anno prossimo di lottare per il titolo mondiale“.

Valuta questo articolo

3.6/5 da 5 voti.
Please wait...


FotoGallery