MotoGp – Test Valencia, l’esordio col team Pramac esalta Bagnaia: “sentire la vera potenza della moto è una figata”

Pecco Bagnaia pensa già come un pilota di MotoGp: le parole del campione del mondo di Moto2  dopo la prima giornata di test a Valencia col team Pramac

E’ terminata con un po’ di anticipo la prima giornata di test a Valencia: la pioggia ha costretto i piloti a rientrare ai box e terminare la sessione con un’ora e mezza d’anticipo rispetto all’orario previsto, ma i giri effettuati in pista sono bastati per dare le prime sensazioni a piloti e team.

Giornata importantissima per Pecco Bagnaia: il campione del mondo di Moto2 ha fatto il suo esordio nella categoria regina, col team Pramac. “Sensazione bellissima, andare così forte sul rettilineo con una moto sentire la vera potenza è una figata. La cosa bella che ho provato oggi è la connessione tra gas e gomma dietro, sono davvero contento di avere trovato il feeling così in fretta. Devo ancora sfruttare bene i freni, ci sono ancora tanti aspetti su cui migliorare, ma dopo 38 giri sono soddisfatto, stiamo andando nella direzione giusta. Non sono abituato a essere un pilota di MotoGP, è molto figo“, ha dichiarato il giovane pilota dell’Academy VR46 ai microfoni Sky.

A Motorsport, poi il giovane pilota ha spiegato: “sinceramente non mi ero messo alcuna idea in testa. Volevo entrare e capire piano piano come sarebbe andata. Ho visto che sono vicino, sono a 9 decimi, non è tanto, ma dovremo avere calma. Oggi alla fine era solo girare per avere feeling. La prima impressione è stata molto buona, ma dobbiamo continuare a fare un buon lavoro. Domani magari inizieremo a fare qualche prova di set up, ma al momento ho preferito rimanere in linea con il lavoro stabilito per oggi. Ho iniziato a lavorare molto sul T1 perché all’inizio della giornata frenavo molto avanti e usavo poco il freno. In Moto 2 si frena molto nella prima parte poi vai a lasciarlo un po’. Mentre con la MotoGP bisogna essere dolci nella prima fase di frenata e non è facile perché in fondo al rettilineo arriviamo a 320, per poi andare ad aggredire sempre di più verso la fine della frenata. Oggi ho migliorato molto in quel punto e il T1 l’ho fatto molto forte. C’è margine però ovunque”.

Ho iniziato così e non ho lavorato molto sull’elettronica. Dovevo solo prendere confidenza. Domani probabilmente inizierò a lavorare un po’ sulla trazione per avere più feeling. Per il momento ho preferito rimanere così per iniziare a sentire la moto. Mi ricordavo dal primo test fatto due anni fa che il freno era incredibile, però sinceramente ricordo che le condizioni di pista erano migliori rispetto a quelle di oggi, era un po’ più caldo ed era più facile ed avere grip. Però non ricordo molto come andò quel test, le sensazioni. E’ davvero incredibile la potenza e la stabilità in frenata. Sono tutte cose che mi daranno molto feeling durante la stagione“: ha concluso Bagnaia.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery